La città di Terni in Umbria

Stemma della città di TerniQuesta volta vogliamo descrivere un po'la nostra città di Terni, posta nella zona meridionale della regione Umbria, lungo il corso del fiume Nera con una popolazione di oltre 110.000 abitanti secondo gli ultimi numeri.
Una buona presentazione della nostra città potete trovarla alla pagina Terni di Wikipedia di seguito invece trovate parte della descrizione della nostra Terni estratta dal sito ufficiale del turismo nella città di Terni www.marmore.it.


Terni: la città antica
Fondata nel VII sec. a.C. Terni presenta notevoli testimonianze artistiche e monumentali di quasi tutte le epoche.
A partire dall'Anfiteatro Fausto costruito dai Romani intorno al 32 d.C. e oggi sottoposto ad una imponente opera di pulitura, restauro e consolidamento delle strutture murarie, Porta Romana della quale purtroppo non si ha più traccia, le Mura che costeggiano i giardini della Passeggiata, pavimentazioni e strutture di un tempio romano rinvenute di recente a seguito di lavori di sbancamento di fronte all’Anfiteatro.
Anche il centro storico, presenta un ben riconoscibile impianto urbano romano-medievale.
La città fino alla seconda metà dell’8OO era compresa interamente tra il fiume Nera, il torrente Serra e la cinta muraria che la chiudeva a sud e a ovest.
Lungo il perimetro si aprivano Porta S. Angelo e Porta Spoletina (XIV sec.), tuttora visibili. Sono invece scomparse Porta S. Giovanni, Porta Romana e Porta Garibaldi.
La città Medievale divisa in sestieri: Amingoni, Rigoni, Fabri, Castello, Adultrini, Di Sotto, ebbe il suo fulcro nella via delle Carrozze (attuali Via XI Febbraio e Via Fratini) che confluiva verso il Duomo. Qui si trovano molti dei palazzi nobiliari sorti in quell’epoca: Palazzo Spada (XV sec.), Palazzo Mazzancolli (XV sec.), Palazzo Bianchini-Riccardi (XVI sec.), Palazzo Gazzoli (XVIII sec.).

Terni: la città del futuro
Terni come Silicon Valley? Terni come Seattle?
Certo è che la città ha saputo cogliere la sfida della new economy creando strutture di rilevanza nazionale ed europea nei settori dell’alta tecnologia e delle comunicazioni mass-mediali.
Dal centro di ricerca sulle nanotecnologie, a quello sui materiali speciali, dai teatri di posa e studios cinematografici al parco tecnologico e scientifico, il visitatore non può che restare affascinato da queste realtà avveniristiche.
Antico e moderno si fondono per dare nuova vita, voce, emozione ad ambienti della memoria.
Ne sono esempi:
Il vecchio Palazzo Comunale che torna ad animarsi, ad esprimere il dibattito cittadino, l’incontro di culture e pensieri diversi con la bct, la biblioteca multimediale ed interattiva aperta ad un pubblico di ogni età.
Le ex Officine Bosco, sito industriale dismesso e recuperato per ospitare il Centro Multimediale con i suoi teatri di posa, set virtuale, studi televisivi, centro congressi, servizi multimediali in genere.
L’ex stabilimento di Papigno, oggi sede di studios cinematografici e spazi espositivi. Qui Benigni ha girato la “Vita è bella” e “Pinocchio”. Con le scenografie di quest’ultimo film è stato creato un divertente parco giochi per bambini: il Paese dei Balocchi.

Tutto questo è la Terni nuova e altro ancora!
Una città con i piedi nel passato e la testa e lo sguardo verso il futuro.

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia