Numeri importanti quelli della manifestazione di ping pong fra breve in corso a Terni:
quarantasette nazioni partecipanti, millecento tra atleti e dirigenti accreditati, un numero complessivo di arrivi che potrebbe oltrepassare comodamente quota duemila. Sono numeri da brivido quelli che si presentano alla vigilia dei campionati europei giovanili di tennistavolo (sfida tra le nazionali del settore) che si svolgeranno dall’11 al 20 luglio presso il Palatennistavolo di via delle Palme a Campitello.
Millecento tra atleti e dirigenti di società sportive; presenti che potrebbero tranquillamente raddoppiare grazie a familiari, amici degli atleti, appassionati di ping pong e giornalisti specializzati al seguito per quello che, dopo la firma della nuova convenzione tra Comune di Terni e Fitet, è il primo vero grande evento sportivo in una struttura, il palatennistavolo di Campitello, che fino a due anni fa in piena tempesta polemica tra Palazzo Spada e federazione nazionale rischiava l’abbandono totale dopo i fasti degli anni Novanta.
Fasti che, almeno a prima vista, sembrano tornare. Dall’8 al 22 luglio sono prenotati per l’evento gran parte degli alberghi della città, ma anche quelli di Piediluco, della Valnerina ternana, di Narni e Amelia.
Data la carenza di posti letto lo staff è arrivato a prenotare anche alberghi di Todi. L’organizzazione tiene la bocca cucita sul volume d’affari complessivo generato dall’evento ma è chiaro che i risvolti economici sono molteplici.
Il servizio mensa per atleti e dirigenti verrà gestito da una ditta specializzata di catering all’interno dei locali forniti di cucina del Centro San Matteo adiacenti alla chiesa di Campitello e offerti gratuitamente dalla parrocchia.
Il resto delle presenze legate all’evento mangerà qua e là nei ristoranti portando ricchezza. Saranno almeno tre le ditte di trasporto impegnate nel servizio navetta: per trasferire gli atleti dai luoghi di residenza a Campitello.
Poi ci saranno gli interpreti e gli addetti stampa.
Ma la vera ricchezza generata dall’evento sportivo sarà la promozione del territorio. Sempre che il sistema città sia realmente in grado di mettersi in connessione con i campionati europei giovanili di tennistavolo.
Al momento sono due gli eventi mondani che filtrano dall’organizzazione romana: una cena medievale per sessanta persone il 12 luglio nella piazza principale di Narni offerta dal Comune ai dirigenti delle delegazioni straniere; cena analoga, stavolta il 15 luglio, offerta nel parco delle fonti dal Comune di San Gemini.
Sia il Comune di Narni che quello di San Gemini sono sponsor dell’evento e le cene offerte ai dirigenti di quarantasette squadre di altrettanti paesi europei sono un modo intelligente di promuovere i rispettivi pezzi di territorio.
Non si hanno notizie di cene o spettacoli offerti dal Comune di Terni al piazzale della Cascata, a Carsulae o al lago di Piediluco.
Se così fosse, sarebbe un grave errore strategico per la promozione di Terni; una vera occasione per far conoscere le bellezze del territorio in Europa lasciata andare

di Giuseppe Magroni

Lotta contro il tempo da parte delle ditte incaricate dal Comune per completare la ristrutturazione del tetto e dei pavimenti delle palestre interessate all’evento: le due grandi a cui si aggiungerà una prefabbricata montata all’esterno e coperta da una tensostruttura. Lavori necessari agli europei di oggi e per altri eventi già in calendario: a settembre è in programma il campionato nazionale Interforze, con rappresentative delle forze dell’ordine provenienti da tutta Italia.
Tutto bene, polemiche sul Palatennistavolo messe in archivio? “Questi eventi sono importanti - chiarisce il presidente della Colleluna Leo Venturi - ma certo non bastano a ripagare il Comune delle spese sostenute”.
Dopo il rinnovo della convenzione con la Fitet e la ripresa in carico dell’intero impianto sportivo da parte del Comune, Palazzo Spada si è riaccollato (fino al 2013) le rate del mutuo a suo tempo acceso dalla stessa Fitet; ha le spese ordinarie di gestione più quelle di ristrutturazione: adesso tetto e pavimenti delle palestre; dal 2009 bisognerà rimettere mani alla foresteria in cattive condizioni.
Centinaia di migliaia di euro sborsati ogni anno da Palazzo Spada in cambio dell’utilizzo di due palestre su tre più i servizi.
Una è restata alla Fitet; che quando organizza i grandi eventi si prende l’intera struttura. A costo zero, ma in cambio porta turismo sportivo.
Le due palestre comunali 4 volte alla settimana sono utilizzate dal Ceffas e da un’associazione di ginnastica artistica.
L’estate sono vuote. Poco per una grande struttura come il PalaDesantis. “Il problema - attacca Venturi - è che ci vuole per l’impianto un gestore unico e specializzato. Che utilizzi palestre e foresteria e che sappia sfruttare eventi sportivi come questo per una vera promozione del territorio.
Altrimenti le luci di un evento come questo non bastano a coprire le ombre e i costi”.

Articolo tratto dal Corriere dell'Umbria

2 commenti

  1. Anonimo  

    27 luglio 2008 15:17

    ciao, mi chiamo daniele e vorrei sapere informazioni sul campionato nazionale interforze a terni a settembre di tennistavolo. www.franca.migliaccio@tele2.it. grazie.

  2. Muttley  

    27 luglio 2008 16:43

    Ciao Daniele
    appena avremo novità le pubblicheremo per ora sappiamo solo che il campionato nazionale interforze di tennistavolo si terrà, secondo una dichiarazione che puoi anche trovare online rilasciata dal Sindaco di Terni Raffaelli, a settembre a Terni.
    Effettivamente è un po'poco ...

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia