La riorganizzazione delle aree commerciali di piazza del Mercato, largo Cairoli e largo Manni entra nella seconda fase del percorso amministrativo.
Ma non sono mancate le polemiche, in consiglio comunale, sull'adozione dei piani attuativi in variante al Prg che consentiranno le nuove destinazioni d'uso previste dall'amministrazione di Palazzo Spada per il progetto di riassetto dei tre grandi vuoti urbani del centro cittadino.
Ci sono voluti, infatti, due appelli per mettere insieme il numero minimo di consiglieri necessari all'approvazione degli atti, che la giunta comunale ha accettato di dividere in tre distinti atti, come richiesto con un emendamento dalla prima commissione consiliare urbanistica.
Al secondo appello, comunque, il numero legale è stato raggiunto e con appena 21 voti a favore i tre documenti di programmazione urbanistica sono stati adottati dal consiglio.
Ora si procederà alla pubblicazione, alla quale seguirà il termine per eventuali opposizioni ed osservazioni ed, infine, i piani attuativi torneranno in assemblea per la definitiva approvazione e per il via libera al bando per la selezione del partner privato e l'alienazione o la cessione in diritto di superficie del mercato coperto. "Si tratta di un progetto di grande rilievo per il riassetto di quello che comunemente viene ormai definito come il centro commerciale naturale all'aperto - afferma il capogruppo Ds, Marco Malatesta - mi auguro che adesso si proceda anche ad una scelta e ad una selezione di iniziative di adeguata qualità commerciale per valorizzare l'area nevralgica della città".
Critica l'opposizione, con Enrico Melasecche dell'Udc che ha criticato la scelta della giunta di vendere l'immobile di piazza del Mercato.
"Il Comune - ha attaccato il consigliere comunale - cede i suoi "gioielli di famiglia" per racimolare fondi necessari a pagare le rate dei Boc e il suo stratosferico indebitamento. Altro che progetto di qualità. Ricordo che si sono persi nove anni per riscrivere un progetto che era stato già approvato durante l'amministrazione Ciaurro".
Il progetto di riorganizzazione delle tre piazze prevede destinazioni commerciali ed artigianali a largo Manni, al posto della vecchia previsione di spostamento del mercato cittadino.
Per largo Cairoli, è prevista la trasformazione di un'area destinata a zona di completamento in zona per attrezzature commerciali, e dell'area dell'attuale parcheggio in verde pubblico.
Infine, per piazza del Mercato si prevede la demolizione del vecchio fabbricato e la sua sostituzione con un nuovo edificio che ospiterà una media superficie di vendita, spazi per gli attuali operatori e un parcheggio interrato.

di Federico Zacaglioni dal Corriere dell'Umbria

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia