Chi frettolosamente aveva pensato che fosse archiviata la questione del trasferimento della scuola elementare Aldo Moro, in seguito alla bocciatura del 5 giugno scorso del piano di trasferimento in seconda commissione consiliare, ora è costretto a un brutto risveglio.
La giunta comunale sembra decisa infatti ad andare fino in fondo e continua a difendere il "piano di razionalizzazione degli edifici scolastici".
La sera del 15 luglio il consiglio comunale ha votato il ritorno in commissione dell'atto di indirizzo sul trasferimento che sarà così nuovamente esaminato alla luce però di due novità. La prima riguarda l'approvazione da parte dell'Asl del progetto di riqualificazione completa (da 850mila euro) della scuola media Orazio Nucula, presentato dall'amministrazione comunale, la seconda riguarda la proposta avanzata dalla giunta di un trasferimento graduale dei bambini dall'edificio della Aldo Moro allo stabile della Nucula.
A passare prima alla Nucula sarebbero i bambini delle prime e delle seconde, quelli cioè che al momento dell'iscrizione, un anno fa, conoscevano già l'intenzione del Comune di avviare il trasferimento, mentre i bambini delle terze, quarte e quinte termineranno il ciclo di studi alla Aldo Moro in via Pascarella.
"In questo modo garantiremo ai genitori dei bambini che hanno iscritto i lori figli alla Aldo Moro quattro o cinque anni fa, quando cioè il progetto di trasferimento non esisteva, le stesse condizioni di partenza - precisa l'assessore alla Scuola, Alida Nardini - mentre diverso è il discorso per coloro che hanno proceduto con le iscrizioni in una fase successiva quando il trasferimento era già in cantiere".
Con il trasloco "graduale" Palazzo Spada prova ad accogliere una parte delle richieste avanzate da decine di famiglie contrarie al trasferimento.
I rapporti con l'amministrazione comunale sono saltati oltre un anno fa, precisamente il 31 maggio 2007 quando il Comune deliberò per l'anno scolastico 2008/2009 il trasferimento dei bambini della Aldo Moro nell'edificio della media Orazio Nucula. Divamparono polemiche anche aspre e ancora oggi i toni della discussione non si sono abbassati.
Anzi. Con l'esito dell'ultimo consiglio comunale che ha rinviato il progetto del trasferimento nuovamente in commissione per "approfondimenti" la battaglia del Comitato dei genitori riprende. Piovono critiche su tutti i fronti.
Il trasferimento graduale sarebbe osteggiato anche dal corpo docente, secondo il Comitato, perché gli insegnanti per cinque anni sarebbero costretti a fare la spola tra i due istituti. E poi farebbe acqua da tutte le parti anche il progetto di riqualificazione della scuola media Nucula.
Ci sarebbero problemi gravi di sicurezza per "il rapporto insufficiente metro quadro-bambino", per la "sistemazione delle classi della Aldo Moro nei locali interrati della Nucula" e per la "convivenza di bambini delle classi elementari con i ragazzi adolescenti delle medie".
Il consigliere di Forza Italia Fabio Biscetti parla di "forzatura" da parte della giunta che proseguendo nel progetto del trasferimento della scuola "dimostra di non tenere in alcun conto la bocciatura bipartisan al progetto arrivata dalla commissione consiliare (il giugno scorso ndr) e le centinaia di proteste e critiche sollevate dal mondo della scuola e dei genitori"

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia