Sedici esuberi al Centro Multimediale per i quali giovedì mattina sono partite le lettere indirizzate ai sindacati. E’ stato deciso nel corso dell’ultima riunione del consiglio di amministrazione del Centro Multimediale che si è svolta giovedì pomeriggio.
Sedici dunque le professionalità che rischiano di perdere il posto, dipendenti le cui mansioni non vengono più ritenute funzionali al nuovo ruolo in house del Centro Multimediale. Il settore maggiormente colpito dal taglio sarebbe quello audiovisivo.
“In realtà sono dieci gli esuberi - precisa l’amministratore delegato del Cmm, Gabriele Bonini - perché per sei delle professionalità individuate è possibile il reinserimento in altri settori”.
Il personale dipendente passerebbe dunque da 54 a 44 unità. Nel documento che l’altra mattina è finito sul tavolo dei sindacati c’è anche una proposta di incentivo all’esodo. Nell’azienda di proprietà del Comune di Terni al 96 per cento ci sono degli extra costi altissimi e
“una gestione del personale da ristrutturare” - spiega ancora l’amministratore delegato Bonini - basti pensare che ci sono sei unità che percepiscono trenta mila euro di superminimi all’anno”.
Dal canto loro i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil, che da tempo erano stati informati sui piani di riorganizzazione aziendale,
“respingono questo procedimento aperto”. “Per noi è possibile - dice Paolo Del Caro segretario della Filcams Cgil - una riorganizzazione che consenta il mantenimento di tutte le posizioni”.
La Uil con Giuseppe Ricciutelli parla anche di “situazione anomala. Perché - si domanda - se la situazione e la mission del Cmm è cambiata negli ultimi mesi sono stati assunti quattro consulenti?”. Si tratta di quattro contratti co.co.pro., due geometri e due tecnici tributaristi, che percepiscono circa 400 euro al mese.
“Sono professionalità - assicura ancora l’ad Bonini - il cui contratto sarà estinto non appena avranno terminato il progetto per cui sono stati assunti”.


Chiara Damiani dal Corriere dell'Umbria

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia