La quinta edizione del Festival di musica antica, dal 27 al 30 agosto, riserva parecchie sorprese.
Tanta passione e una bella dose di creatività; “Parco in … musica” non è certo una kermesse banale. E dove lo trovi un Festival di musica medioevale, rinascimentale e barocca eseguita con gli strumenti originali dei relativi periodi?
Perché questo è “Parco in … musica”, festival di musica antica giunto alla sua quinta edizione, nato dalla fantasia del direttore artistico Fabio Ceccarelli. Non solo fantasia, comunque. Dietro c’è anche competenza e ricerca. Basti pensare che nel concerto di chiusura previsto nella chiesa di S. Maria Assunta il 30 agosto ad Arrone, sono in programma due opere di Niccolò Dothel, flauto solista del Granducato di Toscana fra Sette e Ottocento.
Opere mai eseguite in tempi moderni: “Ho trovato i manoscritti originali nella biblioteca di Vicenza”, rivela Ceccarelli, prima di ricordare come pure le sinfonie di Mozart da eseguire nella stessa occasione siano di grande rarità. “Quasi mai ascoltate dalla fine del Settecento”.
L’evento di chiusura è fissato ad Arrone, nella chiesa di S. Maria Assunta, con al flauto traverso Fabio Ceccarelli, al clavicembalo il maestro concertatore Fabio Ciofini e l’orchestra dell’accademia Hermans al completo.
Prima “Parco in … musica” avrà toccato l’abbazia di San Pietro in Valle a Ferentillo (concerto d’apertura il 27 agosto ore 21,15), poi la chiesa di S. Maria Assunta a Torreorsina (28 agosto), quindi la chiesa di san Nicola a Polino.

Violino, organo, flauto, cornetto, dulciana, clavicembalo … ci sono un po’ tutti gli antichi strumenti di tre secoli fa. L’edizione 2008, organizzata come sempre dall’accademia barocca W. Hermans (formata da artisti specializzati nell’esecuzione di musica antica), si distingue dalle precedenti per aver puntato soprattutto su musicisti “interni”, soci dell’accademia stessa.
Identico, invece, il fine ultimo dell’iniziativa, volta alla promozione della bassa Valnerina, quel misto di natura e storia compreso nel Parco fluviale del Nera. I suoi borghi medioevali, i suoi panorami mozzafiato. La rassegna è patrocinata dai Comuni di Arrone, Ferentillo, Polino, dal Comune e dalla Provincia di Terni, dalla Regione dell’Umbria, dalla Fondazione Carit e dal consorzio Parco fluviale del Nera.

Comunicato dal Comune di Arrone

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia