Chiude Lori Bomboniere

Tra fiori d'arancio e confetti bianchi, lo storico negozio "Lori bomboniere" chiude i battenti. In piedi dal 1961, di bomboniere, al centro di Terni, non ne vuole più sapere. E per tanti motivi. Donna Lori, Lori Buono, titolare dell'esercizio specializzato da 47 anni, in bomboniere mollò gli ormeggi già otto anni fa, ma mai avrebbe pensato che sua figlia, Elisa Sabbatini l'avrebbe presto seguita.
"Ahimè, -esclama l'attuale titolare del negozio, Elisa- non c'è altro da fare. La crisi economica ha colpito anche noi. Noi che eravamo un punto di riferimento per tutte le coppie di sposi e sempre presenti in tutte quelle cerimonie, che come galateo raccomanda, impossibile mancare.
Eppure, abbiamo un conto in sospeso con la nostra città, quella che ci ha dato tanto in tutti questi anni e che tutto ci ha tolto, in un solo colpo.
Famiglie sempre più povere, le quali, tra le tante spese, tagliano il superfluo. Chiusura del traffico veicolare sulla via del negozio, introduzione della zona pedonale e dequalificazione del mercato centrale, le cause primarie del nostro collasso.
Ad oggi, però, non possiamo far altro che ringraziare la nostra clientela, che rimane stupita alla notizia della chiusura, che avverrà il prossimo 27 settembre."
Insomma, gli affari vanno male e le signore delle bomboniere lasciano il loro posto. "Lori bomboniere" nasce quando Francesco, marito di Lori, operaio presso le Acciaierie di Terni e Lori, commessa in un negozio di tessuti del centro città, decidono di lasciare i rispettivi lavori e di creare insieme una propria attività.
Così ben presto grazie all'originalità e alla creatività di Lori, supportata dalla capacità imprenditoriale di Francesco, il negozio è diventato un punto di riferimento nel settore.
"Tre parole -continua Elisa Sabbatini- sono solite contraddistinguere questa azienda: stile nella continua ricerca del bello, qualità nella scelta dei prodotti e del servizio offerto e buon gusto nell'arte del confezionare."
Infatti, oltre i titolari, in tutti questi anni, il negozio ha brillato anche per la presenza di dodici unità di personale che Lori aveva con sé per confezionare bomboniere.
Dodici persone esperte e specializzate nella confezione e che, anno dopo anno, hanno dovuto abbandonare il proprio mestiere a causa dello stato di salute del negozio.
Nel 1997, sotto la guida di Lori, è subentrata la figlia, Elisa, apportando una rivoluzione. Introducendo nell'azienda "Lori Culture", spazio espositivo dedicato ad oggetti artigianali provenienti da tutte le parti del mondo e "Lori Bijoux", nato dal desiderio di indossare accessori e bigiotteria a piccoli prezzi, mantenendo, però, la stessa filosofia imprenditoriale che ha sempre caratterizzato il punto vendita.
Largo Liberotti, presto ne rimarrà senza. Ma gli stessi prodotti, della stessa qualità saranno venduti on-line, sul sito internet Loribomboniere.it.
Uno spazio sul web è ciò che Elisa Sabbatini, figlia di Lori ha saputo creare per non rompere del tutto la tradizione.
Per non far rimanere "senza" i cittadini ternani, ormai abituati a comprare lì bomboniere e quant'altro.

Roberta Falasca
dal Corriere dell'Umbria Sabato 13 Settembre 2008

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia