Uno degli eventi più caratteristici nei dintorni di Terni in Settembre è la Giostra dell'Arme di San Gemini che quest'anno si svolgerà dal 27 Settembre al 12 Ottobre.
Grandi protagonisti della giostra sono il Gruppo Sbandieratori di San Gemini che potete vedere all'opera qui in un video.

La presentazione del gruppo e il fondamento storico e le radici nella nostra cittadina sono affidate alla presentazione che segue tratta dal sito Gruppo Sbandieratori di San Gemini.

La nobile arte della bandiera trova il suo fondamento storico nella necessità che il vessillifero,cioè quel combattente che aveva il compito di tenere alta e ben visibile il simbolo o la bandiera, guidasse i combattenti nella battaglia e servisse quindi da stimolo ed incentivo alla lotta.
Rappresentando la conquista o la caduta del vessillo nelle mani del nemico il primo segno della disfatta, era molto importante affidare tale compito a persone particolarmente esperte e preparate anche nel compiere quelle evoluzioni, quei movimenti e quei lanci che, in caso di necessità, si fossero resi necessari per sottrarlo alla conquista del nemico.
La cittadina di Casventum, ora San Gemini, posta sulla via Flaminia e quindi sulla strada più importante che collegava la città di Roma con i paesi del nord, era considerata un castello a difesa della città eterna e quindi votato alla belligeranza.
Per questo motivo era molto sviluppata l'arte della bandiera che, nei momenti di non belligeranza, quando tale arte non serviva allo scopo, si trasformava in uno spettacolo da offrire agli ospiti per allietare le feste, i tornei, o per magnificare il valore di una casata, di un regnante o di un capitano del popolo.
Questa trasformazione porta ,in primo luogo, ad abbandonare la virilità per privilegiare l'eleganza, l'armonia, l'agilità e, per determinati numeri, anche la vera e propria acrobazia e fa si che si inventino e si propongano tutta una serie di altri numeri che rendono più lunga e spettacolare l'esibizione che viene proposta.
Come rinasce l'arte della bandiera nella nostra cittadina Il secolo scorso è stato caratterizzato,per la nostra Regione,ricca di cittadine risalenti al periodo medioevale,dalla riscoperta delle origini e dalla conseguente rievocazione di fatti e feste d'epoca.
a questa regola non poteva certamente sfuggire,proprio per le sue caratteristiche e la sua vocazione,la cittadina di San Gemini che,dal 1974,trasformò i tradizionali festeggiamenti in onore del Patrono, fino ad allora basati essenzialmente sulla esibizione della banda e sui fuochi di artificio,in una manifestazione della durata di 15 giorni,ambientata nel medio evo culminante ,nella seconda domenica di ottobre, con la proposizione di un torneo cavalleresco di epoca medioevale,denominato "Giostra dell'Arme" e' in funzione di questa manifestazione che uno dei due rioni, quello della Rocca, ripropone, nell'anno 1974, il Gruppo degli Sbandieratori che assume la denominazione"Casventum".
Questo gruppo,resosi poi autonomo e superata una situazione di crisi, nell'anno 1978 si riprese e,cambiata la ragione sociale in "Gruppo Sbandieratori San Gemini" , iniziò una nuova vita che portò ad una attività intensa e carica di successi in Italia e nel mondo.

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia