Stagione di Prosa 2008 Teatro Verdi di Terni

Conto alla rovescia per l'inizio della Stagione di Prosa 2008. Dal mese di ottobre le porte del teatro Verdi di Terni si spalancheranno per accogliere i più illustri interpreti attualmente presenti nel panorama italiano, senza dimenticare alcune giovani compagnie di artisti che regaleranno al pubblico originali trasposizioni di opere già esistenti.
La stagione inizierà con il capolavoro d'ispirazione napoletana, "Il Sindaco del rione Sanità", nato dalla penna del maestro Eduardo De Filippo.
Venerdì 17 e sabato 18 ottobre, l'impareggiabile Carlo Giuffrè, interpreterà uno dei personaggi più complessi e amati del teatro di Eduardo, Antonio Barracano (Sindaco dei diseredati di Napoli), in una commedia che ha spopolato al botteghino.
Allo spettacolo di Giuffrè farà seguito un'avvincente rilettura in chiave moderna dell'Odissea, presentata dalla compagnia del Teatro dell'Argine.
Nel mese di novembre, invece, l'appuntamento sarà con altri due attori d'eccezione. Lella Costa e Alessandro Bergonzoni saranno, rispettivamente, i protagonisti dell'"Amleto" (martedì 11 e mercoledì 12) e di "Nel" (venerdì 21 e sabato 22).
La Costa vestirà i panni di uno dei personaggi più insolenti, crudeli e affascinanti della storia del teatro, in un lungo monologo incentrato sui temi universali presenti all'interno del testo shakespeariano.
Bergonzoni, invece, impartirà la "dodicesima lezione" di comicità proseguendo nel suo costante movimento per sfuggire alle insidie e ai trabocchetti del reale, percorrendo, insieme al pubblico, nuovi sentieri mentali che condurranno verso la scoperta delle oltreverse prospettive.
Verso i primi di dicembre tornerà il Teatro del Carretto con lo spettacolo, già presentato nel corso della passata stagione, "Pinocchio".
A metà del mese, invece, sarà presentata la trasposizione teatrale del best seller di Roberto Saviano, "Gomorra".
Un viaggio brutale e sconvolgente nel mondo della criminalità organizzata, per la regia di Mario Gelardi e con la partecipazione straordinaria di Ernesto Mahieux, che metterà in luce tutta l'arte drammatica propria della compagnia del Teatro Stabile di Napoli.

Dopo la pausa natalizia, la stagione riaprirà a gennaio con un classico del maestro Luigi Pirandello: Così è (se vi pare).
Seguirà, lunedì 26 e martedì 27 gennaio, l'opera ispirata al celebre film di Federico Fellini, "La Strada".
In scena la Contemporanea Compagnia Mario Chiocchio e due interpreti d'eccezione, quali Tosca e Massimo Venturiello, che regaleranno una versione poetica e languida del dramma di Tullio Pinelli e Bernardo Zapponi.
A La Strada farà seguito il capolavoro di Ibsen, "Hedda Gabler", dramma dal ritmo serrato, interpretato dalla compagnia del Teatro Stabile di Brescia con la partecipazione straordinaria di Elena Bucci e Marco Sgrosso.
Infine, la stagione si concluderà nel mese di marzo con la commedia romantica di Edoardo Erba, Michelina, interpretata dal trio costituito da Franco Castellano, Giampiero Ingrassia e Maria Amelia Monti.
Da cartellone, saranno previsti anche alcuni appuntamenti trasversali presso la Bct. Prima di ogni spettacolo Lorenzo Mango, docente dell'Orientale di Napoli, terrà delle lezioni introduttive sulle opere teatrali.
Inoltre, come grande novità di questa stagione, sarà presentata, al filmaticentro, una produzione del Teatro Stabile dell'Umbria.
Su testo di Rolf Hochhuth e adattamento di Rosario Tedesco, la compagnia nostrana presenterà il dramma intitolato "il Vicario".
Dopo anni di scomunica, il capolavoro di Hochhuth ambientato nel periodo della seconda guerra mondiale, tornerà dunque in teatro per dar voce alle coscienze delle vecchie e delle nuove generazioni.

Eleonora Stentella dal Corriere dell'Umbria

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia