Piediluco, Marmore e la Valnerina. Tre perle del sistema turistico e culturale ternano entrano a far parte di un progetto strategico complessivo che punta a riqualificare e ristrutturare i tre siti in un'ottica di integrazione tra cultura, natura e ambiente.
I fondi per i progetti di intervento sono quelli di E.On (ex Endesa Italia) che dal 2006 al 2010, secondo la convezione firmata con la Provincia e il Comune di Terni, si è impegnata a versare due milioni di euro circa quale contropartita per l'utilizzo delle acque del lago di Piediluco e della Cascata delle Marmore a scopi idroelettrici.
Ieri mattina presso la sede della Provincia, nel corso di una conferenza stampa, sono stati illustrati i progetti per l'area Piediluco-Marmore-Valnerina alcuni dei quali sono già in corso di ultimazione .
Per i prossimi tre anni ci saranno a disposizione 377mila euro all'anno a cui vanno ad aggiungersi 35mila euro anche questi erogati ogni anno per finanziare progetti "speciali" (nel 2006 ad esempio di particolare rilevanza è stato il progetto "speciale" che ha riguardato la realizzazione del parcheggio a sostegno del campo di gara di canoa kayak che si trova dopo la Cascata della Marmore).
Le risorse previste nella convenzione siglata con E.On andranno in parte a finanziare, per questo anno in corso, il completamento degli scavi archeologici nell'area di Montefranco (a cui sono destinati 47mila euro), il potenziamento e la promozione del Museo dell'Appennino di Polino (con 100mila euro), la riqualificazione degli accessi pedonali all'Abbazia di San Pietro in Valle di Ferentillo che oggi versano in condizioni decisamente precarie, (100mila), la creazione di eventi spettacolari da parte della Provincia (34mila euro) e la sistemazione della piscina di Arrone (110mila).
"Nella convenzione sono contenute numerose ed importanti azioni di riqualificazione e potenziamento delle realtà della Valnerina e delle aree intorno a Marmore e Piediluco, tutte finalizzate alla crescita qualitativa dell'offerta turistica per potenziare un settore sul quale gli Enti locali puntano decisamente - ha precisato ieri mattina l'assessore provinciale all'ambiente e al turismo, Fabio Paparelli nel corso della conferenza stampa - anche con politiche concrete come quelle messe in atto in questi anni e alle quali la convenzione ex Endesa va ad aggiungersi arricchendo il quadro degli interventi e il complesso delle risorse disponibili."
Ha tenuto a porre l'accento sull'impiego"corretto e trasparente delle risorse" l'assessore comunale ai progetti speciali Marmore-Piediluco Alberto Pileri che ha poi aggiunto
"la convenzione assume un'importanza rilevante e innovativa in quanto sancisce una nuova collaborazione interistituzionale fra Provincia, Comune di Terni e Comuni della Valnerina, finalizzata alla crescita e alla promozione del turismo, della cultura, della natura e dell'ambiente, in un'ottica di sviluppo integrato fra i territori interessati"

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia