AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE A TRATTATIVA PRIVATA

In esecuzione della deliberazione di Consiglio Comunale n. 19 del 22/01/2007 e della Giunta Comunale n.426 del 1/09/2008 si rende noto che il giorno 06/11/2008 alle ore 10:00 presso gli uffici della Direzione Patrimonio, avrà luogo una gara ufficiosa a Trattativa Privata per la vendita dell'immobile di proprietà comunale denominato ex scuola elementare di Piediluco sito in Via Noceta n.ri 13 e 13/A in località Piediluco di Terni.

Presiederà la gara il Dirigente della Direzione Patrimonio.

DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI E PREZZO A BASE D'ASTA

L'immobile risulta censito al catasto Fabbricati del Comune di Terni al Foglio n. 170 Part. n. 315, categoria catastale B/4, Classe 2, Consistenza catastale 2.882 m3.
L'edificio è costituito da un unico corpo di fabbrica articolato su due piani con terreno pertinenziale recintato.

L'immobile è stato dichiarato di interesse culturale ai sensi dell'art.10 comma 1 del D.Lgs.42 del 22/01/2004 con Decreto della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Umbria del 07/05/2008 pertanto la sua alienazione è condizionata dall'autorizzazione da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali di cui all'art.55 del D.Lgs.
n.42 del 22/01/2004.
Prezzo a base d'asta: € 657.200,00 (€ seicentocinquattasettemiladuecento/00).

MODALITA' DI GARA E CRITERI DI AGGIUDICAZIONE

La gara è disciplinata dal Regolamento per l'amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato, approvato con R.D.
23 maggio 1924 n. 827 e successive modificazioni ed integrazioni, e si terrà con il metodo di cui all'art. 73, lettera c) e le procedure di cui all'art. 76, comma 2.
Sono ammesse offerte per procura speciale, che dovrà essere fatta per atto pubblico o per scrittura privata, con firma autenticata dal notaio, pena esclusione dalla gara.

Sono ammesse offerte cumulative da parte di due o più concorrenti, i quali dovranno conferire procura speciale ad uno di essi.
In tal caso l'alienazione avverrà in comunione indivisa a favore degli aggiudicatari.
Sono ammesse offerte per persona da nominare, secondo le modalità di cui all'art. 81 del R.D. n. 827/1924.
Non saranno ritenute valide le offerte condizionate o espresse in modo indeterminato. Le stesse non dovranno recare, a pena di nullità, cancellazioni, aggiunte o correzioni, salvo che non siano espressamente approvate con postilla firmata dall'offerente.

L'aggiudicazione sarà ad unico incanto e verrà fatta – a titolo provvisorio – a favore del concorrente che ha presentato l'offerta più vantaggiosa ed il cui prezzo sia migliore o almeno pari a quello a base d'asta, con esclusione delle offerte in ribasso, in pendenza dell'esito della richiesta di autorizzazione all'alienazione dell'immobile di cui all'art.55 del D.Lgs.
n.42 del 22/01/2004.
Nel caso in cui il Comune di Terni non ottenga l'autorizzazione all'alienazione di cui sopra, l'Amministrazione non procederà alla definitiva aggiudicazione ed il provvisorio aggiudicatario non avrà nulla a pretendere.

All'aggiudicazione si potrà addivenire anche nel caso di presentazione di una sola offerta valida, ai sensi dell'art.
65, punto 10 e 69 del R.D. n. 827/1924.
In caso di parità di offerta tra due o più concorrenti, a norma dell'art. 77 del R.D. 23 maggio 1924 n. 827, si procederà nella medesima seduta ad una licitazione fra di essi soli. Ove i concorrenti che hanno prodotto la stessa offerta, o uno di essi, non fossero presenti, l'aggiudicatario verrà scelto tramite sorteggio.

In caso di discordanza tra il prezzo dell'offerta indicato in lettere e quello indicato in cifre, sarà ritenuta valida l'indicazione più vantaggiosa per il venditore (Amministrazione comunale).

Dell'esito della gara verrà redatto regolare verbale.
Nel caso di recesso del concorrente provvisoriamente aggiudicatario, l'Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di procedere allo scorrimento della graduatoria ed all'aggiudicazione del soggetto che accetti la compravendita dell'immobile alle condizioni da esso proposte in sede di gara.


MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

Il concorrente dovrà presentare, a pena di esclusione, un plico contenente:
1.Domanda di partecipazione alla gara, secondo il fac-simile (allegato A o B o C, scaricabile dal sito www.comune.tr.it oppure reperibile presso la Direzione Patrimonio del Comune di Terni);

2.Documentazione a corredo;
3.Busta contenente l'offerta economica.
1 Domanda di partecipazione all'asta
La domanda di partecipazione dovrà essere redatta in carta legale del valore corrente ed in lingua italiana, con firma non autenticata.

In tale domanda dovranno essere indicati, ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, pena l'esclusione:
- Per le persone fisiche: nome, cognome, il luogo e la data di nascita, il domicilio fiscale, il codice fiscale dell'offerente.

- Per le Società ed Enti di qualsiasi tipo: la denominazione o ragione sociale, la sede legale, il codice fiscale e la partita IVA nonchè le generalità e la relativa qualifica del soggetto che sottoscrive l'istanza.

La domanda conterrà, altresì, pena l'esclusione, dichiarazione esplicita del sottoscrittore:
- di essere Titolare dell'Impresa o Legale rappresentante della Società;
- di aver preso cognizione e di accettare integralmente le condizioni riportate nel bando di gara;

- di aver preso visione ed accettare gli immobili nello stato in cui si trovano;
- di essere a conoscenza che l'immobile è stato dichiarato di interesse culturale ai sensi dell'art.10 comma 1 del D.Lgs.42 del 22/01/2004 con Decreto della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Umbria del 07/05/2008;

- di essere a conoscenza che l'aggiudicazione definitiva potrà avvenire previo ottenimento da parte dell'Ente dell'autorizzazione all'alienazione di cui all'art.55 del D.Lgs.
n.42 del 22/01/2004;
- di aver vagliato tutte le circostanze che possono influire sull'offerta presentata, ritenendola equa;

- di non aver nulla a pretendere, nel caso in cui l'Amministrazione per i motivi esplicitati nel bando non giunga a definitiva aggiudicazione.

Inoltre, sempre a pena di esclusione:
se a concorrere sia persona fisica:
- dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, con la quale il concorrente attesti di trovarsi nel pieno e libero godimento dei diritti civili;

se a concorrere sia impresa individuale:
dichiarazione resa ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, con la quale il titolare dichiari:
- di essere iscritto al Registro delle Imprese;
- di non trovarsi in stato di liquidazione, di fallimento e di concordato preventivo o in ogni altra analoga situazione e che non sia in corso una procedura per la dichiarazione di una di tali situazioni;

se a concorrere sia impresa esercitata in forma societaria:
dichiarazione, resa ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, con la quale il legale rappresentante dichiari:
- che la Società è iscritta al Registro delle Imprese;
- i nominativi degli amministratori ed i legali rappresentanti della Società con i relativi poteri;

- che la Società non si trovi in stato di liquidazione, di fallimento e di concordato preventivo o in ogni altra analoga situazione e che non sia in corso una procedura per la dichiarazione di una di tali situazioni;

se a concorrere sia Ente privato diverso dalle Società:
- copia certificata conforme all'originale, dell'atto costitutivo;
- copia certificata conforme all'originale, dell'atto da cui risulti il conferimento del potere di rappresentanza dell'Ente al soggetto sottoscrittore dell'offerta e ad eventuali altri soggetti;

In caso di offerta cumulativa le dichiarazioni di cui sopra dovranno essere presentate, a pena di esclusione, per ciascun concorrente.

2 Documentazione a corredo
A corredo della domanda di partecipazione dovranno essere presentati, a pena di esclusione, i seguenti documenti:

- in caso di offerta per procura speciale o di offerta cumulativa, procura speciale in originale o copia autenticata;

- in caso di offerta per conto di terza persona ex art. 81, comma 4, del R.D. n. 827/1924, dichiarazione di riserva di nomina;
- fotocopia del documento di identità del sottoscrittore della domanda.
3 Offerta Economica
L'offerta economica – redatta secondo il fac-simile (allegato D scaricabile dal sito www.comune.tr.it oppure reperibile presso la Direzione Patrimonio del Comune di Terni) in carta legale del valore corrente – dovrà indicare, in cifra ed in lettera, il prezzo offerto, essere datata e sottoscritta dall'offerente, o dal legale rappresentante per le Società e gli Enti di qualsiasi tipo.
É nulla l'offerta priva di sottoscrizione.
L'offerta, a pena di esclusione, dovrà essere inserita in busta chiusa, controfirmata sui lembi di chiusura e contrassegnata con la dicitura "Offerta per la gara ufficiosa per l'alienazione dell'immobile denominato ex scuola elementare di Piediluco sito in Terni loc.
Piediluco".

MODALITA' E TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DEL PLICO

Il plico contenente la domanda di partecipazione, i documenti sopra indicati e la busta con l'offerta economica dovrà, a pena di esclusione, essere chiuso, sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura e contrassegnato con la seguente dicitura "Offerta per l'asta pubblica del giorno 06 novembre 2008 per l'alienazione dell'immobile denominato ex scuola elementare di Piediluco sito in Terni loc.
Piediluco, oltre a riportare l'indicazione del mittente ed il relativo indirizzo.
Il plico dovrà pervenire al Comune di Terni – Ufficio Protocollo – Piazza M. Ridolfi n. 1 – 05100 Terni, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 14:00 del giorno 05 novembre 2008 precedente a quello fissato per l'asta.

Il plico potrà essere consegnato a mano o spedito a mezzo posta; in ogni caso il limite massimo, ai fini della presentazione, è quello sopraindicato, non assumendosi l'Amministrazione Comunale alcuna responsabilità in merito a ritardi non imputabili ad un suo comportamento colposo o doloso.
Farà fede il timbro della data di ricevimento e l'orario posto dall'Ufficio suddetto del Comune all'atto del ricevimento.

Le offerte, con qualsiasi mezzo pervenute, presentate successivamente alla scadenza del termine suddetto, anche se per causa di forza maggiore, non saranno ritenute valide ed i relativi concorrenti non saranno ammessi alla gara.

Non saranno ammesse offerte aggiuntive o sostitutive.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

L'aggiudicatario dovrà presentare, prima della stipula dell'atto, a pena di decadenza dall'aggiudicazione, dichiarazione sostitutiva ex D.P.R.
28/12/2000 n. 445 di non aver subito condanne penali che comportino la perdita o la sospensione della capacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione o il certificato penale generale del Casellario Giudiziale di data non anteriore a sei mesi (in caso di Società e Enti diversi, tale documento dovrà essere presentato per tutti gli amministratori e legali rappresentanti).

L'aggiudicazione vincola l'aggiudicatario ma non impegna il venditore (l'Amministrazione Comunale) se non dopo la stipula del contratto.

L'Amministrazione, in qualunque momento e fino alla stipula del contratto si riserva la facoltà di recedere dalle operazioni di vendita senza che il provvisorio aggiudicatario abbia nulla a pretendere.
Il recesso sarà comunicato all'aggiudicatario a mezzo raccomandata, escluso ogni indennizzo.
L'atto di compravendita sarà stipulato, nel più breve tempo tecnico possibile, ad intervenuta aggiudicazione definitiva.

Il prezzo di acquisto dovrà essere versato in un'unica soluzione alla stipula dell'atto di compravendita.

Tutte le spese contrattuali, notarili, imposte e tasse inerenti il trasferimento, sono a carico dell'aggiudicatario, nessuna esclusa ed eccettuata.

Gli immobili vengono venduti a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, con tutti gli inerenti diritti, ragioni, azioni, servitù attive e passive, apparenti e non apparenti, pertinenze e accessori.

Le informazioni relative alla partecipazione alla gara saranno fornite dalla Direzione Patrimonio – Piazzale A.Bosco n.3/A Tel.
0744/5441526 – Fax 0744/5441563.
Informazioni di carattere tecnico, la documentazione tecnica ed eventuali sopralluoghi potranno essere richieste presso la Direzione Patrimonio sita in Piazzale A.Bosco n.3/A - Tel.
0744/5441526 – 0744/5441561 Fax 0744/5441563.
Il concorrente, con la partecipazione, consente il trattamento dei propri dati, anche personali, ai sensi del D.Lgs.
n. 196/03 per tutte le esigenze procedurali.
Ai sensi dell'art. 8 della Legge n. 241/90 e ss.mm.ii., si informa che il responsabile del procedimento in oggetto è il Dott. Massimo Riccetti, Dirigente della Direzione Patrimonio del Comune di Terni.
Terni 02 ottobre 2008.

(Il bando completo può essere scaricato in formato .doc da questo link)

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia