Quando il cinema, agorà del terzo millennio,
"si ricorda di avere un'anima, può facilitare l'incontro tra fede e cultura favorendo la fusione delle persone tra loro affinché non si formi una massa di individui isolati ma una comunità di persone."
Con questi intenti, che solo le parole di un illustre amante del cinema come Giovanni Paolo II potevano catturare, prosegue il viaggio della IV edizione del Terni Film Festival Popoli e Religioni.
Un viaggio ricco di contenuti che, anche quest'anno, potrà contare sia sulla presenza del suo unico e indiscusso "padrino", il regista polacco Krzysztof Zanussi, che su una sezione di approfondimenti, il "Focus", volto a svelare i lati ancora misconosciuti della Cina contemporanea.
Dopo la presentazione del film "Alice", è ora la volta dell'atteso ritorno di Krzysztof Zanussi.
Questa sera, alle 21, nella sala del Cityplex, il regista de "Il sole nero"(2007) tornerà nella città dell'acciaio per presentare il suo ultimo lavoro acclamato dalla critica della terza edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, "Col cuore in mano".
Una "commedia seria da morire" capace di dividere il pubblico tra sostenitori e detrattori.
"Con questa pellicola, non ancora uscita nelle sale cinematografiche - commenta Matteo Ceccarelli, direttore artistico del Festiva insieme ad Alessandro Minestrini - Zanussi è tornato a riempire il grande schermo, e il nostro Festival, con il suo solito genio.
Col cuore in mano è un pastiche in bilico tra il surreale e la fiaba noir che prende posizione sul relativismo morale.
É un'opera di assoluto valore, una vera e propria metafora sul cuore come canto dell'anima e sulla paura di morire, vera ! e unica spinta al cambiamento.
Per l'edizione di quest'ann! o non po tevamo chiedere di più."
Grandi, dunque, sono le attese per la giornata odierna. E non solo per la presenza di Zanussi. Con lui in sala, infatti, saranno presenti anche il giovane protagonista di "Col cuore in mano", Marek Kudelko, e il coprotagonista del prossimo film non ancora presentato alla critica, Riccardo Leonelli.
Il giovane attore ternano, scoperto da Zanussi nella passata edizione del Terni Film Festival Popoli e Religioni, affiancherà il maestro nel dopo- proiezioen.
Venanzio Vallerani, dall'Umbria alla Cina Dai film ai grandi eventi. Dopo aver dedicato il "focus 2007" alla comunità latino-americana, quest'anno il Festival rivolge lo sguardo alla Cina.
"Non solo - spiega il direttore dell'Istess, Stefania Parisi - perché questo è stato l'anno delle Olimpiadi, quanto piuttosto perché la Cina è oggi il continente in più forte espansione e in più rapida trasformazione, attraversato come è da tensioni politiche, ! culturali, sociali e religiose di enorme portata, le cui conseguenze interessano da vicino anche l'Occidente."
Tre le pellicole dedicate al focus ("17 anni" di Zhang Yuan, la black commedy di Zhang Yang, "Getting home", e "Le biciclette di Pechino" di Wang Xiaoshuai) e altrettanti gli eventi collegati, tra i quali spicca la tavola rotonda dela giornata conclusiva del Festival.
Domenica 16, alle 17, al Cityplex, i rappresentanti degli uffici culturali dell'ambasciata cinese insieme ad un giornalista di Asianews, racconteranno la storia, e l'attuale operato, dell'inventore di macchine speciali per la lotta alla desertificazione, l'84enne originario di Marsciano, Venanzio Vallerani.
Dall'invenzione delle macchine strepitose (Delfino, Treno e Lombrico, 1988) che, ad oggi, stanno rendendo possibile il rimboscamento delle aree desertiche della terra, fino all'attuale progetto che vede l'agronomo umbro impegnato in un progetto pilota, finanziato con un accordo bilaterale tra il Ministero italiano dell'Ambiente e il Territorio e la State Forestry Administration of the People's Republic of China, che prevede l'applicazione delle tecnologie del "Sistema Vallerani" nella contea di Balinzuo nella regione autonoma dell'Inner (Mongolia) in Cina.
A rappresentere l'illustre inventore sarà il sindaco di Marsciano, Gianfranco Chiacchieroni

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia