Sull'onda dell'inagibilità degli edifici scolastici, a causa del maltempo di questi giorni, ecco che la lista di chi ha qualcosa da dire a proposito si allunga.
È la volta della scuola primaria Cesare Battisti, della direzione didattica Aldo Moro, nella quale piove da tempo.
Da molto tempo.
Perché a detta dei genitori dei bambini
"sono almeno due anni che vengono sollecitati i responsabili dell'ufficio tecnico del Comune, non solo per tenere sotto controllo la situazione ma soprattutto per affrontarla definitivamente."
Uffici tecnici comunali e non solo, perché anche i Vigili del fuoco sono stati chiamati più volte a fare un sopralluogo nella struttura scolastica, dichiarandola comunque, fuori pericolo, fino alla denuncia partita dalla penna di un genitore, al sostituto procuratore della Repubblica, Barbara Mazzullo.
"Nonostante le nostre richieste e i nostri appelli - parla la mamma di un piccolo studente della Battisti - in pochi si sono fatti vivi.
Insomma, dobbiamo aspettare che cada il soffitto come accaduto nella scuola di Torino per richiamare l'attenzione? Tra scuole dell'infanzia e quelle primarie sono molti gli edifici a Terni e nella sua provincia, che meritano la giusta e dovuta considerazione.
In classe di mio figlio goccia acqua ogni volta che è cattivo tempo.
È normale che in una scuola si debba fare lezione con il secchio poggiato a terra per raccogliere acqua piovana? Gli stipiti delle porte delle aule e gli infissi delle finestre sono inzuppati di acqua e muffe.
E quando degenera la situazione, volete sapere dove mettono i nostri figli? In un'aula del seminterrato.
Sembra di assistere ad un cane che si morde la coda.
Piove in classe, nessuno fa niente se non spostare gli alunni da una classe ad un'altra, sperando che l'indomani faccia bel tempo."
La classe in questione, maggiormente colpita da questo disagio è la quarta f.
Un problema con cui però deve fare i conti tutta la scuola, in quanto, secondo gli stessi genitori, le infiltrazioni d'acqua lungo i muri e sul soffitto, dal quale cadono calcinacci, sta dilagando in tutto lo stabile.
"Abbiamo paura dell'instabilità della struttura - conclude il genitore - vogliamo stare tranquilli ogni volta che questi bambini varcano la porta della loro scuola."
Intanto, anche la situazione presso gli uffici comunali dell'assessorato alla cultura nei quali gocciava pioggia dal soffitto, nei giorni scorsi, sembra non migliorare.
Anzi, il responsabile dei lavoratori per la sicurezza del Comune di Terni, Gianmario Ventura, parla di
"una situazione alternativa che va senz'altro studiata al più presto.
Chiederemo un sopralluogo all'Asl per verificare le condizioni in cui lavorano i dipendenti di via Primo Maggio, per scongiurare qualsiasi problema dovuto alla mancanza di sicurezza"
Roberta Falasca
Corriere dell'Umbria Domenica 21 Dicembre 2008

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia