In marcia verso il 14 Febbraio San Valentino sveliamo qualche curiosità sul santo patrono di Terni e degli innamorati.
I Ternani sanno che le spoglie del Santo sono custodite nella Basilica di San Valentino a Terni ma dovrebbero sapere che anche Senigallia si ritiene custode di alcune reliquie del santo donatele da papa Pio IX ed oggi conservate nella chiesa del Carmine.
Se tuttavia Senigallia sostiene di avere solo alcune reliquie ben più “pericolosa” per il primato di Terni è la rivendicazione da parte di Sassocorvaro, paese presso Urbino, di ospitare il vero corpo di San Valentino.
Rivendicazione fondata su un documento autenticato del 27 ottobre 1747 firmato Eustachio Carotti, allora Vicario Apostolico di Urbania e di Sant'Angelo in Vado nel quale si sosteneva che lo stesso Vicario avesse ricevuto il corpo di San Valentino assieme al suo documento di autenticità dal sacrario vaticano, dopo che nel 1696 dal era stato recuperato dal cimitero di San Calepodio.

Ma certo queste diatribe riguardo i veri custodi dei resti di S.Valentino poco potranno importare al Santo, ai devoti e anche a tutti quelli per cui il 14 febbraio è la festa degli innamorati.
O sbaglio?

Comunque per completare il nostro itinerario agiografico in giro perl'Italia appuntiamo come San Valentino non sia solo patrono della città di Terni ma anche di Bussolengo in provincia di Verona, Limana presso Belluno, Mafalda in provincia di Campobasso, Musile di Piave presso Venezia, Palmoli in provincia di Chieti, San Valentino in Abruzzo Citeriore in provincia di Pescara, San Valentino Torio in provincia di Salerno e Vico del Gargano in provincia di Foggia.
Come a dire che l'amore non conosce confini!

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia