Loculi comprati ma ancora senza un padrone. Sono almeno 2.500 le persone che da anni si trovano nella spiacevole situazione di rincorrere il proprio loculo, a causa di un contenzioso che il Comune di Terni ebbe con l'impresa appaltatrice.
Una situazione triste già di per sé,
"assolutamente ostacolata -a detta di queste famiglie- dall'amministrazione comunale."
C'è ancora protesta nell'aria, di coloro,
"derubati dei propri soldi e del proprio investimento"
, come afferma il figlio di due genitori anziani- che nel 2006 comprarono due loculi, per una somma pari a 6mila euro.
"Un vergognoso scarica barile -continua il giovane- è quello che gli amministratori comunali fanno ogni giorno nei confronti dei cittadini che chiedono informazioni a proposito dei loculi, pagati, euro dopo euro, ma mai consegnati.
Questa mattina, (ieri, ndr) mi sono recato al cimitero e lì ho incontrato più persone, le stesse che chiedevano informazioni.
E nessuno degli addetti ha saputo rispondere.
Ci hanno dato solamente fiumi di numeri telefonici e di nomi dei presunti responsabili.
Neanche uno, del Comune, che si è preso l'incombenza di rispondere alle nostre domande.
Tante sono le notizie discordanti e noi cittadini, che abbiamo pagato fior di soldi che il Comune ha incassato, rimaniamo confusi e abbandonati."
Al giovane cittadino ternano, che parla a nome dei suoi genitori, proprietari dei loculi pagati, l'ufficio lavori pubblici del Comune, proprio ieri mattina, ha confermato che la ripresa dei lavori al cimitero avverrà tra il mese di marzo e aprile.
E i primi cittadini che potranno avere il loculo saranno solamente coloro che li acquistarono nel 2005.
Tutti gli altri dovranno aspettare ancora
Roberta Falasca
Corriere dell'Umbria Giovedì 29 Gennaio 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia