Antonio Baldassarre ha sciolto le ultime riserve e si presenterà alla città come candidato sindaco della lista civica Rinnoviamo insieme Terni a cui è pronta a collegarsi la lista del Pdl venerdì 30 gennaio, in una conferensta stampa - manifestazione all'hotel Michelangelo a cui prenderanno parte quella decina di comitati e associazioni che sono venuti fin qui sostenendo la candidatura a primo cittadino del presidente emerito della Corte costituzionale.
É stato lo stesso professore a comunicare la notizia ieri sera nel corso dell'ultimo direttivo di Rinnoviamo insieme Terni.
Mentre, a poche centinaia di metri di distanza, a Palazzo Gazzoli, erano riuniti i vertici di Forza Italia, consiglieri comunali e provinciali e le due segreterie per mettere a punto la strategia d'incontro con la lista civica di Baldassarre ma anche per evidenziare, da parte del gruppo che fa capo a Raffaele Nevi e a Fabio Biscetti, alcuni malumori circa il mancato coordinamento che fin qui c'è stato.
Nega tensioni e spaccature il coordinatore regionale azzurro Luciano Rossi che in ogni caso, preoccupato dalle voci dei malumori che arrivavano da Terni, ha lasciato gli impegni parlamentari romani per presiedere l'incontro.
"é stata una bella riunione - ha detto Rossi - di alto livello e a senso unico. Il nome di Baldassarre è stato rappresentato da tutti come l'eccellenza, quel valore aggiunto che aiuterà un Pdl già fortissimo nei sondaggi a vincere le elezioni, primo passo di un cambio di scenario destinato a interessare anche l'Umbria."
Nella sintesi Rossi recepisce anche parte dei distinguo provenienti dal gruppo Nevi:
"é ora di acceleare sui programmi, mi auguro che ci sia tra noi e la lista civica una piena condivisione nel rispetto dei nostri valori e della nostra identità e in grado di scaldare i nostri cuori."
In sintonia anche la nota spedita dal coordinatore regionale di An Alfredo De Sio:
"Come gli amici di Forza Italia sanno, il confronto è appena iniziato e dopo aver nei mesi scorsi registrato con il professor Baldassarre sintonia di massima sulla lettura dei problemi da affrontare, la classe dirigente del Pdl sarà impegnata nella costruzione della propria proposta da confrontare e condividere con altre forze politiche e civiche al fine della stesura del programma elettorale.
In questi mesi abbiamo tutti lavorato con sobrietà e senso di responsabilità alla creazione di un percorso di grande coalizione che potesse trovare sintesi in una candidatura autorevole in grado di raccogliere, oltre gli schieramenti, quelle istanze di rinnovamento e discontinuità che sono presenti nella società ternana..
Di questo ci stiamo occupando e ci occuperemo nei prossimi giorni, senza nessuna rinuncia al peso specifico delle idee, dei programmi e dei ruoli"
Giu. Magr.
Corriere dell'Umbria Giovedì 22 Gennaio 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia