Sono soliti sfrecciare senza controllo i veicoli che passano ogni giorno in viale Curio Dentato. Le automobili cavalcano la strada, sopra ogni limite di velocità di giorno e soprattutto di notte, quando è più sgombra.
I mezzi pesanti che circolano a qualsiasi ora, invece, contribuiscono al cosiddetto inquinamento acustico.
Residenti sconfitti e poco ascoltati soprattutto quando cercano di comunicare con gli uffici del Comune, per trovare risposte definitive atte a risolvere una serie di problemi, dalla velocità di percorrenza dei veicoli che passano in viale Curio Dentato alle frequentazioni, secondo gli abitanti, "poco confortanti".
Ma ritornando al mancato rispetto della velocità delle automobili, i pedoni che attraversano la strada sulle sparute strisce pedonali tentennano ogni volta che mettono il naso fuori di casa, per paura di essere investiti.
"Inoltre - come fa sapere un cittadino - nonostante il rinnovamento della copertura del manto stradale con un asfalto drenante e assorbi-rumore, i vetri dei palazzi che si affacciano sulla strada vibrano al passaggio di qualsiasi autoveicolo."
Chiedono misure efficaci i residenti di viale Curio Dentato per combattere questo inconveniente che li assilla da ormai troppi anni.
Gli abitanti della zona propongono addirittura l'installazione dei tanto odiati dossi artificiali o di semafori appositi, per limitare la velocità degli autoveicoli,
"affinché - continua il signore in pensione - anche i bambini della primaria De Amicis, la cui entrata si affaccia su questa via, possano attraversare la strada tranquillamente."
Altro momento di pericolo segnalato dagli abitanti di questo quartiere, è la presenza di alcuni cassonetti per i rifiuti mal posizionati, i quali non garantirebbero integralmente la visuale agli automobilisti.
All'altezza della banca, in viale Curio Dentato, i bidoni dei rifiuti intralciano la visuale di chi guida, in direzione piazza Bruno Buozzi, mettendo a rischio l'incolumità dei pedoni che attraversano sulle strisce pedonali.
Altra faccenda è l'insufficienza di controlli delle forze dell'ordine, nei pressi del parcheggio degli autobus dell'Atc, di piazzale della Rivoluzione Francese.
"Circolano molte persone sbandate e in cerca di fortuna, provenienti direttamente dalla stazione limitrofa a via Curio Dentato - come afferma un'altra cittadina - e molte volte impauriscono i nostri figli che ritornano a casa la sera.
Vorremmo che ci fossero maggiori controlli, perché la sola presenza di qualche pattuglia potrebbe fare da deterrente a qualche malintenzionato."
Il parcheggio che si trova tra la stazione e l'inizio di viale Curio Dentato è molto buio, non gode di una buona illuminazione, perciò parcheggiare le vetture di notte mette sempre un po' di pensiero.
Considerando anche che il punto vendita che si trova in questa piazza è stato più volte rapinato, anche di giorno.
Ad oggi, i malintenzionati sembrano farla da padroni, soprattutto dopo l'uccisione del pizzaiolo curdo, avvenuto lo scorso anno, presso il Bar della Pace.
"Da qualche anno - continua la residente - abitare qui non è più la stessa cosa"
Roberta Falasca
Corriere dell'Umbria Mercoledì 18 Febbraio 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia