"Lucia, 20 anni, studentessa fuori sede: Io preferisco Terni."
Sembrerebbe una battuta da bar dello sport, invece è uno slogan approntato in vista delle elezioni locali più importanti degli ultimi decenni.
Con tutta probabilità l'ideatore non è mai stato giovane, altrimenti saprebbe che, specialmente a 20 anni, si sogna anzitutto proprio di volare via dalla propria città, qualunque essa sia.
Quale messaggio si vorrebbe far passare? La riscossa della ternitudine? Il trionfo dell'aurea mediocritas di provincia? i pericoli che si corrono affacciandosi fuori dalla Conca?
Prima di vagheggiare una Terni che non c'è, sarebbe anzitutto giusto che la ragazza fosse messa in condizione di sapere quante probabilità avrà di lavorare nella sua città, una volta laureata.
Lucia apprenderebbe così che tali possibilità sono quasi pari a zero, specialmente per le donne. Sarebbe anche bello che l'autore di cotanto messaggio spiegasse a Lucia quale supporto l'amministrazione comunale fornisca oggi al mondo dell'impresa, al commercio, all'artigianato nell'ipotesi che Lucia intraprenda una simile strada.
L'impressione è che Lucia veda le cose in modo molto più sofisticato rispetto alla mentalità antidiluviana degli amministratori locali.
Lucia sedimenta la sua opinione ogni giorno e legge la fine delle speranze negli occhi stanchi delle centinaia e centinaia di pendolari che -assieme a lei- ogni mattina sono costretti a lasciare la città per campare.
Anche loro preferiscono Terni, un'altra Terni però, migliore dell'attuale. Piuttosto insegniamo a Lucia come sia importante il sacrificio, quanto valga conoscere le lingue, quanto sia formativa un'esperienza all'estero sia da studenti che da lavoratori.
Diciamo a Lucia di fare tesoro delle storie di coloro che, sfidando la sorte, arrivano fin qui per essere badanti, giardinieri, muratori, contadini, pur avendo magari una Laurea in Medicina.
Educhiamo Lucia a combattere per un futuro diverso per sé e per gli altri. Instilliamo in Lucia i virus di una moderata curiosità, del coraggio, della speranza anziché quello dell'isolamento e della ternitudine: storicamente, le società chiuse in se stesse si sono presto estinte.
Lucia ora ha capito e ha deciso di fare un passo avanti in queste elezioni amministrative: peccato che abbia trovato la strada sbarrata da alcuni dinosauri, in genere grigi funzionari di partito senza alcuna professionalità, talvolta in possesso persino del titolo di quinta elementare.
Lucia ha così scelto di cambiare ed è entrata a far parte di "Change for Terni", dando subito un'idea forte: il Comune dovrà introdurre decine di borse di studio affinché i più meritevoli siano posti nelle stesse condizioni di chi già va a frequentare fuori sede e anche all'estero le migliori Università.
Perché saranno costoro, un giorno, a ritrovarsi insieme per dare alla comunità un contributo di eccellenza, costruendo proprio nella loro indimenticata Terni quelle opportunità di sviluppo dapprima inesistenti.
E anche Lucia, una volta laureata, potrà lavorare nella sua città. Change for Terni Lista civica per le Amministrative 2009-2014 changeforterni@gmail.com
Change for Terni Lunedì 30 Marzo 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia