Le abitazioni durante la giornata restano vuote, vuoi perché i componenti della famiglia sono tutti impegnati a lavorare (donne comprese), oppure perché, con i ritmi sfrenati della vita di oggi, non c'è più l'abitudine di ritrovarsi tutti insieme per condividere il "focolare domestico" come un tempo. Così, il parroco, stavolta, ha studiato una soluzione decisamente originale per assicurare comunque a tutti la consueta benedizione pasquale.
Era stanco, forse, di organizzare il tour per le case ma di non trovare quasi mai qualcuno pronto ad aprirgli.
a Terni, dall'austero portico in marmo della cattedrale, è uscita allora l'idea di don Carlo Romani: distribuire una sorta di "kit per la benedizione fai da te" direttamente alle famiglie della sua parrocchia.
"La Domenica delle Palme, che cadrà quest'anno il 5 aprile - spiega con simpatia l'innovativo prete ternano, che ha superato la settantina e celebrato i 50 anni di sacerdozio - nella cattedrale di Terni sarà possibile ritirare una boccetta contenente l'acqua benedetta, un ramoscello di ulivo (la tradizionale palma pasquale) e il testo della preghiera da portare a casa.
Il giorno di Pasqua, poi, prima di pranzo o, dove si usa ancora, prima della colazione del mattino, il capofamiglia inviterà tutti i membri del suo nucleo familiare a raccogliersi a recitare una preghiera comune, utilizzando il testo che avremo consegnato la settimana precedente.
Al termine, sarà lui stesso a invocare la benedizione divina."
Beninteso, chi pretendesse la presenza del sacerdote nella propria abitazione o chi avesse in casa un infermo, potrà richiedere formalmente al parroco di tornare alla tradizione precedente: e don Carlo, ha assicurato, lo farà volentieri, previa "prenotazione".
Ma la nuova idea del kit appare sicuramente più efficace e più attinente ai tempi d'oggi.
"é un modo bellissimo per riscoprire il ruolo paterno - dice don Carlo Romani -. Molti parrocchiani hanno accolto con gioia e interesse questa iniziativa."
E sono i numeri a darne conferma: si parla infatti di oltre settecento boccette di acqua benedetta che verranno riempite per la prima settimana di aprile.
Poi, per completare il kit, basterà aggiungere il ramoscello di ulivo e la preghiera pasquale: il resto sarà tutto "fai da te"
Antonella Lunetti
Corriere dell'Umbria Giovedì 5 Marzo 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia