È possibile superare la crisi con queste politiche migratorie? e con con queste politiche economiche e sul lavoro? Ma possiamo superare la crisi senza gli immigrati? e c'è un legame tra tutto ciò e le decisioni in materia di "sicurezza"? L'Associazione "Il Pettirosso" vi invita a partecipare all'incontro pubblico dal titolo: Lavoro Vivo Migranti, operai e badanti nel tempo della crisi economica e finanziaria.

Terni Sala Laura, La Siviera, Via Carrara 2 Martedì 19 Maggio Ore 17.45

Interverranno: Devi Sacchetto, Ricercatore presso il Dipartimento di Sociologia dell'Università di Padova.
Alessandro Rampiconi, Segretario Fiom Terni Pilar Saravia, Presidente dell'Associazione "No.Di", i Nostri Diritti, sindacato di collaboratrici familiari e domestiche di Roma
Partiamo da alcune semplici domande e dal riconoscimento che la legge sull'immigrazione è una legge sul lavoro; oggi è sempre più diffusa una logica separatista diventata senso comune, che usa con intensità crescente il lavoro o la mancanza di lavoro come un strumento per alzare un confine e per costruire una retorica anti-immigrati, spingendola fino alla richiesta esplicita di apartheid.
Alcuni governi stanno già allontanando migranti regolari, che hanno perso, anche temporaneamente, il lavoro.
Ma è davvero questa la soluzione alla crisi economica e finanziaria? Potevamo interrogare demografi, economisti e politici; abbiamo scelto di parlarne con chi conosce il tema della mobilità e del lavoro in fabbrica e nelle case.
Questi sono gli argomenti che vorremmo affrontare, sapendo di dover toccare un tema (uno dei tanti) dove negli anni - e non recentemente, come si vuole far credere! - si è eroso il consenso ed il riconoscimento sociale nelle parole d'ordine della sinistra.
L'incapacità di affrontare la vita quotidiana e le aspettative dei lavoratori e delle lavoratrici è antico, risale alla fine degli anni '70, ed oggi è sempre più urgente.
Anche a Terni la questione degli operai italiani contro gli stranieri (e delle collaboratrici domestiche italiane contro quelle straniere) è presente, sebbene in misura molto più attenuata rispetto alla dimensione che il fenomeno ha assunto nel Nord.
È però un tema ineludibile, che non può essere - a nostro avviso - affrontato con il semplice e spesso ipocrita richiamo all'inserimento e all'accoglienza.
È di questo vogliamo parlare!

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia