Per la fine dell’anno è previsto l’arrivo all’Ospedale Santa Maria di Terni di una Pet Tac; l’azienda ospedaliera insieme all'Università degli studi di Perugia ha raggiunto,infatti, un accordo con l'azienda Acom al fine di ampliare le attrezzature rivolte agli esami diagnostici. Hanno posto formalmente la propria firma autografa sull’accordo il magnifico rettore dell’Università di Perugia Francesco Bistoni, il direttore generale del "Santa Maria" Gianni Giovannini e il Direttore scientifico della società marchigiana Acom spa Gianluca Valentini.

Pet Tac Il direttore Gianni Giovannini ha così commentato:

"Il protocollo d'intesa prevede la creazione di una struttura d'avanguardia con finalità scientifico - sperimentali e al contempo clinico - assistenziali. Si prevede, in particolare, l'attivazione di un centro Pet, metodica di indagine medico - nucleare che permette di modificare il percorso diagnostico e terapeutico del paziente. La nuova apparecchiatura verrà installata a Terni nel giro di pochi mesi.
Va evidenziata e valorizzata la duplice valenza di questa nuova struttura, sia di ricerca che di applicazione clinica.
Ciò rappresenta un momento di integrazione tra le finalità istituzionali proprie dei soggetti coinvolti, università ed ospedale, in grado di esaltare nei risultati le funzioni di ognuno."

La Pet Tac è uno strumento che permette di eseguire in contemporanea la Tac, che grazie ai raggi X ricostruisce tridimensionalmente l’intero del corpo, e la Pet, che invece controlla l’attività metabolica delle cellule permettendo di individuare quelle tumorali. L’abbinamento di questi esami permette di diagnosticare tempestivamente ed anche in fase molto iniziale, diversi tipi di tumore, in particolare il cancro del polmone, del colon-retto, dei linfomi e dei melanomi.

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia