Enrico Cipiccia, 68 anni, è il nuovo presidente della Camera di Commercio di Terni. Designato sin dalla prima ora da Assindustria, di cui è stato presidente dal '94 al '99, l'imprenditore narnese ha ottenuto alla quarta votazione ben 15 dei 22 voti del consiglio camerale, ricevendo il consenso di quasi tutte le categorie produttive, compresi i sindacati, i consumatori ed i cooperatori, ad eccezione del commercio, che ha fatto confluire i suoi voti, 6, su Leandro Porcacchia.
Una scheda è risultata bianca. La "grande coalizione" che da mesi sosteneva come un'armata invincibile il presidente di Cna, Maurizio Castellani si è ridotta alla fine dei giochi ad una immensa "frittata" con lacerazioni e rancori che ora sarà difficile rimarginare.
Il "Game over" si è intuito alla terza votazione, quando Castellani, ormai lasciato solo, ha raccolto appena due voti (il suo e quello del consigliere orvietano di Cna), ed è emersa come "candidatura tecnica, di servizio" quella di Leandro Porcacchia, direttore di Confcommercio con 8 voti.
Ad Enrico Cipiccia, "calato" con decisione sul tavolo da Assindustria, sono andati 9 voti. Sindacati, Lega coop e consumatori, 3 voti, si sono astenuti. a quel punto è maturata la svolta. Adriano Padiglioni, cooperazione, si è scagliato, definendola "operazione esclusivamente di potere", contro la candidatura definita tecnica di parte Confcommercio, ricordando tra l'altro che Maurizio Castellani era stata una proposta del presidente dell'associazione Tombesi, ed ha dichiarato l'appoggio a Cipiccia.
Appoggio che è arrivato, evidentemente, da sindacati, Abi e Coldiretti, ormai "liberi" dal patto originario e da Confartigianato che era già passata nella nuova alleanza da settimane.
Ed alla fine il procedere di Assindustria e del suo presidente Umbro Bernardini, giudicato da alcuni "troppo rigido" e incapace di mediare, si è rivelato, certamente anche in forza della caratura del candidato Enrico Cipiccia, quello vincente.
Ben oltre ogni previsione, ribaltando quello che gli industriali avevano denunciato come "accordo ad excludendum" contro di loro in una grande vittoria.
Il consiglio federale si riunirà ora venerdì 24 luglio per eleggere giunta e vicepresidente. I giochi sono apparentemente tutti aperti. Il neopresidente tiene a dire che
"il voto per la giunta non deve necessariamente tenere conto di quello di oggi.
La Camera di commercio deve essere aperta e riferimento per tutti."
Si può leggere anche un'apertura al "recupero" di Confcommercio, che con Ruozi Berretta ha guidato l'ente per 18 anni consecutivi, nello spirito di unità e collaborazione con tutti che Enrico Cipiccia ritiene debba essere
"alla base di ogni azione per contrastare la crisi."
Con un occhio anche al territorio,
"non c'è solo Terni, ma anche la provincia, che deve avere il suo peso."
Tra i primi a complimentarsi con Cipiccia, la presidente della Regione, Maria Rita Lorenzetti e l'ex presidente Ruozi.
Significherà qualcosa?!

di Dante Ciliani
Il Messaggero Giovedì 9 Luglio 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia