In tempo di crisi andare al mare o comunque in vacanza non è per tutti. E così per chi resta a casa una domenica in Umbria, in armonia con la natura circostante, in relax ma anche in piena attività con i vari sport d'avventura e le diverse emozionanti iniziative che ruotano intorno alla Cascata delle Marmore, può essere davvero interessante.
Si può scegliere dalle classiche visite guidate, ordinarie o approfondite, alla Cascata e ai suoi cinque sentieri ma anche alle grotte, nel belvedere superiore, in particolare alla "Grotta della condotta", caratterizzata dal tipico travertino marmoreo e da un andamento suborizzontale, accessibile ai più, accompagnati da una guida speleologica professionista.
I più romantici, armati di caschetto e con la guida specializzata, potranno visitare in notturna i sentieri della Cascata, al parco del Belvedere inferiore, guidati dalla luce artistica riflessa nell'acqua, immergendosi in un'atmosfera magica dove a regnare sono i suoni della natura e i sussulti dell'acqua che le dà la vita.
Sempre in perfetto stile ecologista ma anche in linea con la "pet-therapy", dei simpaticissimi asinelli accompagneranno bambini, ma anche adulti, insieme a istruttori abilitati, alla scoperta delle bellezze del parco, per "Asinergie Marmore".
Ed è qui che nelle grotte vive un curioso folletto che si aggira per i sentieri accogliendo i più piccoli in una divertente e istruttiva "Fantapasseggiata" nella quale racconterà l'appassionante leggenda che si nasconde dietro alla Cascata.
Agli appassionati di flora e biodiversità, il giardino botanico, in allestimento, con il relativo centro didattico, consente una particolare osservazione delle specie arboree e delle piante presenti nel parco.
Tra le novità della stagione l'avvenuto ripristino del bus navetta che collega il belvedere superiore e quello inferiore.
E dalla Cascata delle Marmore si può andare in gita, sul battello navigando il cavo clementino, fino al lago di Piediluco.
Attività queste, per le quali è consigliabile la prenotazione, contattando lo 0744/62982. Bellezze sulle quali i più fortunati possono anche sorvolare in elicottero (informazioni e prenotazioni allo 0744/429255).
E ancora parchi d'avventura e rafting, con vari livelli di difficoltà, per i più sportivi. C'è il parco avventura Nahar, a vocabolo Rosciano di Arrone, dove bambini e adulti possono mettere alla prova forze e autostima in vari percorsi d'arrampicata, oltre a partecipare alla fattoria didattica.
Per gli amanti del rafting, invece, dal centro che ha sede a Papigno, in via Carlo Neri, si parte per il rafting e l'hydrospeed, più impegnativi rispetto al rafting soft e al tubing che invece possono praticare anche i bambini, per i quali si parte dalla sede di Arrone, in via delle Palombare; in entrambi i casi l'attrezzatura viene fornita in loco.
Non resta dunque che scegliere il proprio passatempo preferito, rigorosamente "verde"

Valeria Trombetti
Corriere dell'Umbria Domenica 12 Luglio 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia