Pinacoteca Comunale O.Metelli e Museo A.De Felice

Pinacoteca Comunale O.MetelliNews- La Pinacoteca Comunale "Orneore Metelli" di Terni è stata chiusa al pubblico. Le opere sono attualmente esposte presso il nuovo Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Aurelio De Felice" che si trova al Caos (Centro Arti Opificio Siri) in via Campofregoso, 98 a Terni tel 0744285946
Fulvia Pennetti
Direzione Sistema Museale del Comune di Terni

La pinacoteca si articola in due grandi sezioni: antica e moderna. La prima, costituita da dipinti che vanno dal XV al XVIII secolo, ha fra le opere più rappresentative la tavola di Benozzo Gozzoli con lo Sposalizio mistico di Santa Caterina del 1466 (tempera su tavola) e il 'Crocifisso tra i santi Francesco e Bernardino' di Niccolò da Liberatore detto l'Alunno.
Della fine del Trecento un trittico con 'Madonna col Bambino e Santi' attribuito al Maestro della Dormitio di Terni.
Alla prima metà del Quattrocento risale lo stendardo dipinto su due facce Madonna della Misericordia ed i 'Tre santi Vescovi' attibuito al senese Pietro di Giovanni Ambrosi.
Alla seconda metà del secolo è datato il grande polittico francescano attribuito al Maestro dell'Annuncizaione Gardner del 1485 'Madonna in trono col Bambino, San Giovanni Battista, San Bonaventura da Bagnoregio, San Ludovico di Tolosa e predella con storie del nuovo testamento.
Se i dipinti ascrivibili alla prima metà del XVI sec. sono ancora di scuola umbra, nei decenni successivi si avverte l'influenza dell'ambiemte artistico romano come nelle opere dello Spagna, 'Crocefissione e santi', (tempera su tela e scultura dipinta), di Domenico Alfani 'Madonna in trono e santi' e di Francesco Melanzio 'Madonna in trono e santi'.

Il percorso prosegue con la sezione contemporanea che comprende opere di artisti italiani del '900 come Carrà e Severini, Maceo Angeli, Augusto De Santis, Maio Maggiori ai quali si affiancano le opere del pittore Orneore Metelli (1872-1938) considerato il padre dei naifs italiani.
Interessante anche la collezione grafica, costituita da opere di Picasso, Chagall, Kandinskij, Mirò e Braque. Conclude il percorso di visita, il museo Aurelio De Felice che riunisce complessivamente 800 opere donate dall'artista al Comune di Terni.

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia