Domenicali nuovo allenatore della Ternana

Domenicali
Manuele Domenicali è il nuovo allenatore della Ternana. Il dodicesimo avvicendamento in panchina nelle sette stagioni di era longariniana, si è consumato nella sostanza ieri pomeriggio, quando alla ripresa degli allenamenti al Liberati si è presentato l'ex tecnico del Portogruaro, reduce dal campionato di c2 vinto due anni fa con la squadra veneta e dall'esonero dell'anno passata con la stessa società.
Nel dopo partita del ko con la Reggiana Gabriele Baldassarri aveva maturato la decisione di dimettersi, singolare per un tecnico al terzo posto in classifica, peraltro con la stessa squadra che l'anno prima si era salvata all'ultima giornata, ma indebolita di 3-4 elementi di punta (ce ne soffermiamo a parte).
A quel punto, nella migliore tradizione della gestione di Edoardo Longarini e del suo staff, la palla è passata a Roma. Negli uffici del patron si sono ritrovati sicuramente l'amministratore unico, Stefano Dominicis, e qualche altro "quadro" dell'entourage longariniano di stanza in via Aleardi.
Chi ci fosse dall'altra parte del tavolo, sempre come da prassi consolidata, non è dato sapere: forse il patron in persona, sicuramente qualche altro stretto consigliere. Nello stesso momento, invece, Poerio Mascella era a cena a Massa Martana, nel locale di Dante Squadroni che - quando si dice il caso - ospitava proprio lunedì sera anche un tavolo di giornalisti: impossibile che la presenza del dirigente potesse passare inosservata.
All'ordine del giorno, negli uffici romani, c'era la decisione di accettare (o meno) le dimissioni di Baldassarri, il quale, tecnicamente, aveva "rimesso il mandato", così come aveva fatto lo stesso Dominicis l'estate scorsa all'indomani dell'ennesima salvezza all'ultimo tuffo.
Stavolta, però,il pronunciamento della società su queste dimissioni è dovuto per forza arrivare (quelle di Dominicis non sono state mai accettate né respinte formalmente, ma il dirigente è rimasto al suo posto e da questo si è capito che non sarebbe andato via) ed allora Mascella ha avuto l'input di trovare un'alternativa.
La scelta di Poerio Manuele Domenicali, quindi, è una scelta dell'ex portiere, che ben lo conosce anche se non ha avuto mai occasione di lavorarci insieme direttamente. Ciò rappresenta l'ulteriore dimostrazione che quest'anno è Mascella a dettare le strategie tecniche di via Aleardi, chiarendo quegli equivoci degli anni scorsi quando in nome e per conto della Ternana agiva una moltitudine di "amici" e "consiglieri" (tra cui peraltro lo stesso Mascella), senza riuscire ad individuare chi realmente mettesse l'ultima parola.
Offensivista per natura, Domenicali arriva con un curriculum fatto di tre tornei vinti (tra d e C2) e la voglia di consacrarsi finalmente anche in Prima divisione, dove invece in due esperienze ha collezionato altrettanti esoneri. Domenicali, come detto, si è messo subito al lavoro, dirigendo il primo allenamento.
Il tecnico avrà subito il suo da fare per ridimere qualche nodo che, probabilmente, è alla base delle dimissioni di Baldassarri. Il tira e molla tribuna-panchina-campo con Cardona, ispirato da valutazioni che ben difficilmente possono essere considerate di natura tecnica, e le posizioni "a rischio" di qualche altro elemento finora titolare inamovibile, metteranno il nuovo tecnico subito davanti ad un bel banco di prova. Rivendicherà la propria completa autonomia decisionale, come sembra di capire abbia provato a fare Baldassarri, fino ad arrivare dimettersi, oppure prevarrà la "ragion di stato" societaria? e ancora, come ci si regolerà per il mercato di gennaio?
Giorgio Palenga
Corriere dell'Umbria Mercoledì 16 Dicembre 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia