VisionInmusica 2010

Ieri a Terni Enzo De Caro, noto attore che mosse i primi passi insieme a "La Smorfia" dell'indimenticabile Massimo Troisi, chiude in bellezza la presentazione della nuova stagione di Visioninmusica del direttore artistico Silvia Alunni.
Una presentazione che svela con un reading improvvisato sulle tracce dello spettacolo "Il Gabbiano Jonhatan Livingson" (27 gennaio, auditorium Gazzoli), il disegno che ha ispirato l'impostazione di fondo della rassegna musicale volta a quella stretta interconnessione, la vincolante relazione tra parola e musica.
Nonostante la defezione della Provincia e di alcuni sponsor, Silvia Alunni si dice estremamente soddisfatta del programma che prevede una serie di intrecci tra rivisitazioni e attualità, tra teatro di parola e melodie. Andando per ordine, la rassegna prende il via con la rievocazione dei migliori anni Settanta con un tributo ai Pink Floyd a cura di Rita Marcotulli con musicisti del calibro di Giovanni Tommaso, Fasto Mesolella, Matthew Garrison, Michele Rabbia e Daniele Tittarelli (14 gennaio, teatro Verdi).
Dopo il secondo appuntamento con Enzo De Caro e Therry Valentini, la "Visioni" continuano con altro omaggio. Questa volta (3 febbraio, teatro Verdi), sarà Roberto Gatto a tributare omaggio alla stagione aurea del rock progressive, accompagnato anche lui da una folta schiera di ottimi musicisti: John De Leo, Fabrizio Bosso, Maurizio Giammarco, Roberto Rossi e Luca Mannutza.
Il folklore argentino sarà protagonista del successivo concerto con l'emergente Aca Seca Trio (25 febbraio, auditorium Gazzoli), mentre Trilok Gurtu, tra i più grandi percussionisti al mondo, insieme all'Arkè String Quartet daranno vita ad un concerto all'insegna della più raffinata world music (5 marzo, auditorium Gazzoli). Sarà invece Carlo Fava a esplorare i territori della migliore canzone d'autore accompagnato dal pianista - una certezza più che un emergente - Cesare Picco e dalla prima viola del Teatro alla Sala Danilo Rossi (25 marzo auditorium Gazzoli). Spazio all'ironia e alla sagacia di Elio e le Storie Tese per un omaggio bislacco al futurismo per il concerto di chiusura (23 aprile, teatro Verdi)
Claudio Bianconi
Corriere dell'Umbria Mercoledì 16 Dicembre 2009

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia