La Provincia di Terni vende la ex caserma dei vigili del fuoco di via Gramsci, fa cassa intascando più di 4 milioni di euro ed è pronta ad investire il ricavato per la messa in sicurezza degli edifici scolastici. Ieri mattina c'è stata l'apertura delle buste, con le due offerte pervenute a palazzo Bazzani. Ad aggiudicarsi provvisoriamente la ex caserma è stata la ditta Ponteggia. L'aggiudicazione diventerà definitiva dopo le previste procedure di verifica.
Al posto dell'attuale struttura, fatiscente e destinata ad essere abbattuta, su una superficie di 3.500 metri quadrati sarà realizzato un nuovo fabbricato ad uso residenziale con destinazione commerciale e di artigianato di servizio per non più del 25%. Raddoppia la cubatura: a fronte degli attuali 7 mila, si passa a circa 15 mila metri cubi. A maggio, presumibilmente, sarà tutto pronto per far partire l'iter per la costruzione del nuovo immobile.
"Considerando la base d'asta di 3 milioni – dice l'assessore provinciale al bilancio ed al patrimonio Vittorio Piacenti D'Ubaldi – siamo soddisfatti di come sono andate le cose e della cifra che il privato aggiudicatario ci ha offerto."
La ex caserma di via Gramsci e l'area sulla quale sorge erano state messe in vendita già dalla passata aministrazione provinciale, quando i vigili del fuoco avevano lasciato la struttura per trasferirsi nella nuova sede di zona Fiori. Inizialmente si pensava di destinare il ricavato della vendita per opere pubbliche urgenti. L'attuale amministrazione, però, ha cambiato idea, puntando sulle scuole.
"Già all'inizio del mandato ed alla previsione di bilancio – dice Piacenti D'Ubaldi – abbiamo pensato a modificare la destinazione delle risorse. Avevamo interventi importanti di adeguamento degli edifici scolastici ed a fronte di un preventivo di 3,8 milioni da stanziare, abbiamo ricavato più di 4 milioni. Ma al di là degli interventi sulle scuole, questa alienazione è anche un segnale. Vul dire che, anche in un momento di crisi dell'edilizia, ci sono imprenditori che tornano a fare investimenti importanti sul territorio."
Se il preventivo di spesa per le scuole sarà quello che risulta all'assessore, avanzeranno risorse. Potrebbero essere girate ad altri settori in sofferenza, come la viabilità e la cultura.
"Ma questo – dice l'assessore provinciale ternano – dovremo valutarlo con tutta la giunta."
Il Messaggero
Il Messaggero Martedì 23 Marzo 2010

1 commenti

  1. cops falco  

    26 marzo 2010 14:04

    ecco un'altro pezzo di storia di terni viene demolito per fare posto alla modernità.
    dopo il palazzo delle orsoline,l'ex comando provinciale dei carbinieri ora tocca la caserma dei vigili del fuoco.
    mi dispiace tanto perchè quando ero piccolo passavo lì davanti guardavo dalla finestre i mezzi che erano pronti per il primo intervento.

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia