Alla Meraklon peggiora l’indebitamento …

I sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl e Uilcem Uil di Terni denunciano l'ulteriore peggioramento dell'indebitamento aziendale e "strani movimenti" del patrimonio immobiliare

Di fronte alle tante promesse dell'imprenditore frusinate Giampaolo Fioretta fatte prima dell'estate (un fantomatico piano industriale di salvataggio per la valorizzazione del marchio Meraklon), ad oggi l'unico fatto certo che si è prodotto, è un ulteriore peggioramento dell'indebitamento aziendale.
Questo fatto, a sua volta, sta creando la contrazione dei pagamenti ai fornitori secondari, tanto che alcuni di essi hanno iniziato istanza di recupero dei crediti.
Se a questo aggiungiamo "strani movimenti" del patrimonio immobiliare societario, il quadro è completo per attenderci l'avvicinarsi di una fase peggiore ed ancora inedita.
Il tutto avviene nel sito chimico ex Polymer dove è ancora in discussione il futuro dell'impianto di Basell e del nuovo ruolo di Novamont, per il quale dopo la pausa estiva, non si è ancora saputo nulla di nuovo; questo assordante silenzio rischia di rivelarsi molto pericoloso.
Le organizzazioni sindacali chiedono quindi l'intervento immediato di tutte le Istituzioni Locali, delle Associazioni Industriali e del Ministero dello Sviluppo Economico, al fine di creare una soluzione all'intero sito, rilanciando lo strumento dell'accordo di programma attraverso un patto tra tutti i soggetti in campo; è oramai finito il tempo delle discussioni e delle chiacchiere, siamo oramai nel tempo dei fatti e delle soluzioni, altrimenti ci potremmo trovare di fronte all'ennesimo cimitero industriale.
Le Segreterie Territoriali
Filctem – Femca – Uilcem
Mercoledì 22 Settembre 2010

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia