Il sottoscritto Franco Coppoli, in qualità di Presidente dl Comitato di Gestione, scrive a nome e per conto dei genitori dei bambini che frequentato il Nido d'Infanzia Comunale "Girotondo".

I quotidiani del 15 dicembre 2010 riportano una notizia che ci ha allarmato in quanto si parla della volontà da parte dell'Amministrazione Comunale di aprire un nido "aziendale" per i figli dei dipendenti comunali e del tribunale di Terni; nello specifico sulla stampa si parla di un importo complessivo di 400.000 € per le opere pubbliche nel triennio 2011-13. Ci sembra di capire, quindi, che gli unici fondi che il comune stanzierà per gli asili sono quelli per una struttura destinata non a tutte le famiglie della città e non solo ai figli dei dipendenti comunali. Infatti non si parla né dei fondi per ristrutturare gli asili comunali, né di investimenti pubblici per costruirne di nuovi (aperti a tutti e non solo ai figli dei dipendenti del Comune e del Tribunale) con il pericolo di favorire privilegi inaccettabili che vanno denunciati pubblicamente.
Se invece tutto questo avviene all'interno di un generale piano di investimenti per la scuola e l'educazione vorremmo essere informati del progetto e delle somme stanziate, altrimenti chiediamo che nella struttura dell'ex Palazzetto della scherma venga aperto un nuovo asilo comunale pubblico, cioè aperto a tutti.
Inoltre chiediamo che le risorse economiche, che l'Amministrazione Comunale ha reperito per l'apertura di questo nido aziendale, non vengano sottratte a quelle necessarie alla ristrutturazione del Nido "Girotondo" e degli altri asili comunali, ristrutturazioni che, evidentemente, non sono assolutamente più differibili nel tempo.
Nello specifico dell'asilo nido "Girotondo" si vuole ribadire l'apprezzamento per il lavoro svolto dal personale del nido, i genitori sono tutti molto soddisfatti di aver scelto questo servizio educativo perché -nonostante le difficili condizioni materiali- il personale si attiva per fare del nido un ambiente accogliente, rendendo piacevole ogni spazio della struttura e permettendo a ciascun bambino e bambina di trovare una risposta immediata alle proprie esigenze di crescita: esplorative, manipolative, motorie, cognitive e relazionali in genere.
Si deve però evidenziare che malgrado gli sforzi del personale, l'edificio presenta una forte carenza di manutenzione, sia all'interno che all'esterno e che i fondi sono ridotti al minimo tanto che come assemblea dei genitori abbiamo deliberato un versamento volontario per le spese per il materiale didattico e ludico a disposizione per le insegnanti.
Si è a conoscenza del fatto che sono state presentate più volte, fin dal 1996, richieste di interventi manutentivi e relazioni (anche articolate e propositive) sia da parte del personale che dei Comitati di Gestione, espressione delle famiglie dei bambini negli anni passati, ma ad oggi non vi è stato alcun fattivo riscontro, dopo oltre 14 anni.
a questo proposito lo scrivente ha già inoltrato formale richiesta perché le risorse dei fondi per gli oneri di urbanizzazione secondaria vengano completamente investiti nella Biblioteca, negli asili comunali e nei parchi pubblici invece di finanziare la ristrutturazione delle chiese, come ha fatto indecentemente la precedente giunta per un totale di 890.000 € in 8 anni.
A seguito di ciò lo scrivente ha avuto già un incontro con l'Assessore alla Scuola del Comune di Terni, Simone Guerra, per esporre i termini della proposta ed elencare anche una lista di priorità di interventi all'interno dell'asilo "Girotondo". L'Assessore ha preso formali impegni di effettuare i lavori di ristrutturazione dell'edificio, di proprietà comunale, che fino ad oggi non era stato possibile realizzare per mancanza di risorse finanziarie.
Si prende atto che velocemente è stato risolto il problema del blocco della porta di sicurezza e si attendono gli altri interventi necessari.
Infine due questioni tecniche: si sollecitano inoltre la circoscrizione "Cervino" ed il Comune per l'immediata sostituzione delle lampade interne e di quelle esterne all'asilo alcune delle quali sono mancanti dall'avvio dell'anno scolastico, pregiudicando l'agibilità di alcuni spazi interni e la sicurezza per bambini e genitori in quanto le luci esterne sono completamente assenti.
Si chiede anche di modificare l'orario di funzionamento dei riscaldamenti anticipando l'accensione almeno alle 7.30 (orario di entrata dei bambini) e ritardarlo in prossimità della chiusura delle ore 17.15 visto che dalle ore 14.30 non funziona più.
In attesa di un riscontro e di un chiarimento che si auspica più rapido possibile, si porgono distinti saluti.

Il Presidente del Comitato di Gestione
del nido d'Infanzia Comunale "Girotondo"
prof. Franco Coppoli
Giovedì 16 Dicembre 2010

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia