A Terni è difficile

Qualche settimana fa mi sono traferito a vivere a Terni e siccome mi occupo di arte e di organizzazione mostre sono stato sia in provincia che al comune di terni per vedere se esistevano spazi espositivi nei quali potere presentare le collezioni che possiedo. io rappresento 50 artisti italiani che cercano spazi espositivi per farsi conoscere. Trattasi di artisti quotati, alcuni dei quali di ambito internazionale.
Sia Comune che Provincia mi hanno guardato come se fossi un marziano. Eppure non chiedo soldi, mi autofinanzio e semplicemente chiedo spazi e location per esporre..null'altro!
Il Comune mi ha detto di aver dato l'appalto delle iniziative e delle mostre/eventi a Caos.
Ho contattato anche loro ma mi hanno detto che è difficile che un privato esterno possa entrare nel loro giro.
Ora mi chiedo:

  • io porto cultura
  • non chiedo un euro
  • convoglio su Terni turismo selezionato ed organizzo eventi, di cui la città avrebbe bisogno.

Possibile che per fare qualcosa nella propria città bisogna scomodare i soliti influenti politici locali? Ho trovato un muro, un'apatia e rassegnazione che mi hanno preoccupato.
Chiudere le porte in faccia ai piccoli imprenditori come me è un suicidio per l'arte, per la città.

Massimo Picchiami
Mercoledì 12 Gennaio 2011

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia