AFM: timidi segnali di ripresa

Timidi segnali di ripresa all'Afm, entro l'estate la trasformazione in società per azioni. Un traguardo che fissa il vicesindaco con delega alle Partecipate, Libero Paci, dopo l'incontro con il presidente delle farmacie comunali, Stefano Mustica, per un esame dell'andamento dell'azienda in questo primo scorcio di gestione del nuovo consiglio di amministrazione. Nei primi quattro mesi, da ottobre a febbraio, c'è stato un aumento dei ricavi del 1,7% a fronte di una diminuzione dei costi per acquisti esterni del 4,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
"Come ha evidenziato Mustica - afferma Paci - il nuovo cda ha cominciato a rendere operativi alcuni interventi di carattere organizzativo e gestionale che, grazie soprattutto alla disponibilità e volontà collaborativa, unita ad una totale condivisione delle strategie definite, dalla maggior parte dei dipendenti, hanno portato a dei primi risultati che mancavano all'azienda da diverso tempo, se solo si pensa che prima di tali azioni gli stessi valori segnavano un -0,3% sui ricavi e un +9,8% per acquisti esterni. Questi primi risultati ottenuti unitamente a qualche segnale di recupero della marginalità, danno spazio, per la prima volta dopo diversi anni, a un possibile scenario futuro di maggiore tranquillità, per quanto riguarda la gestione caratteristica dell'azienda. Anche se con dovuta cautela - prosegue il vicesindaco - si può quindi affermare che queste azioni di risanamento e le altre che ne seguiranno, tese in particolare a ricostruire un rapporto di fiducia con i nostri clienti e quindi con la città, potranno riportare l'Asfm alla produzione di utili e ad una più incisiva funzione sociale."
Paci definisce "confortanti", dunque, i primi segnali di inversione di tendenza anche se ora sarà
"decisivo per il riequilibrio finanziario e il rilancio dell'Asfm"
il piano industriale che il nuovo cda presenterà alla Giunta la prossima settimana.
"Il piano industriale - dice Paci - assicurerà contenuti e respiro strategico al percorso di costituzione della Spa che garantirà più adeguate condizioni per una più efficace gestione imprenditoriale dell'azienda da coniugare ad una irrinunciabile funzione sociale. Il lavoro di approntamento degli atti per la trasformazione in Spa è in una fase avanzata, si ritiene pertanto di poter adottare i necessari atti deliberativi prima dell'estate."
Il Giornale dell'Umbria Martedì 8 Marzo 2011

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia