Manca il bancomat e la Pasqua potrebbe essere senza bus-navetta nonostante sia festa
Si avvicina la Pasqua e per la Cascata delle Marmore si prevede il boom di visite. Ma ecco spuntare le note dolenti. Ieri, in consiglio comunale, Marco Vinciarelli e Sandro Piccinini entrambi del Pd, hanno presentato un documento nel quale hanno chiesto un impegno particolare da parte del sindaco, Leopoldo Di Girolamo, al fine di far posizionare un bancomat nella zona della biglietteria. Sembra assurdo ma, infatti, non esiste uno sportello per prelevare contanti se non ad Arrone o ai cancelli della Tk-Ast. E se una famiglia in gita alla Cascata non ha il contante necessario per pagare l'ingresso o sale in auto per raggiungere il primo istituto di credito a qualche chilometro di distanza, o non entra nell'area della Cascata. E ancora: alla biglietteria non è possibile pagare né con carta di credito né con bancomat. Non esiste, infatti, il pos. Come risolvere la situazione? La parola passa al sindaco e all'assessore competente. Ma non è tutto perchè per la prossima Pasqua, ancora manca la conferma ufficiale ma sembra proprio che sia così, non ci sarà il servizio di bus navetta. Questo contribuirà di certo ad aumentare il caos prodotto dalle auto in transito nella zona. Mentre si attende di avere una conferma sulla presenza o no del servizio, fondamentale in giorni come quelli festivi, arriva anche la ciliegina sulla torta. Il 'balcone degli innamorati", chiuso ormai da mesi, non riaprirà. I lavori per il consolidamento non sono partiti. Sono in molti coloro che si informano sul "balcone", magari per un momento romantico, mano nella mano con la propria compagna. Quando gli viene risposto che è chiuso, però, c'è chi evita di pagare il biglietto e rinuncia alla visita. La Cascata delle Marmore è il punto centrale del turismo per Terni. Che si debba fare qualcosa di più?
Sara Gargagli
Corriere dell'Umbria Martedì 19 Aprile 2011

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia