In ospedale si va raramente per motivi piacevoli e dover aggiungere alle legittime preoccupazioni anche il tormento e l'assillo di trovare un parcheggio senza essere obbligati a doverlo pagare, non al Comune, ma all'abusivo di turno, non è facile. Il problema è che non si tratta di una sola persona che chiede gentilmente l'elemosina ma capita sempre più di frequente di trovarsi nel mezzo di una disputa fra diversi soggetti che, di fronte al malcapitato, si contendono a suon di male parole, la primogenitura della pretesa. Sarà successo anche a chi legge di trovarsi nel mezzo di una contesa agguerrita fra concorrenti. Si tratta di ternani con problemi di droga, di girovaghi a vario titolo e sempre di più di poveri immigrati che evidentemente non trovano altrove la soluzione ai propri problemi quotidiani.

Il parcheggio dell'Ospedale S. Maria è ormai da anni in mano ad una situazione di precarietà e sembra che la cosa non interessi alcuno, nonostante le proteste di cittadini ed associazioni varie. É evidente peraltro che nessun servizio viene offerto perché non esiste minimamente una successiva guardiania. É evidente che tale fiducia non è possibile riporla nel nostro caso!
Capita talvolta che, in ore del giorno particolari, le richieste avvengano anche in presenza di vari posti vuoti. Se non si paga, l'imprecazione è d'obbligo e la minaccia implicita di danneggiamento dell'auto è la prima idea che ti viene in mente, anche perché di casi del genere in Italia sono piene le cronache. Ora, che i problemi nella nostra città siano vari è noto, e proprio per questo sembra logico che i vigili urbani debbano essere destinati al controllo del territorio piuttosto che a compiti di ordinaria burocrazia. Intanto il livello di qualità della vita va degradando di mese in mese.

É stato detto e scritto che un certo numero di vigili viene impegnato impropriamente all'ex Centro Multimediale, in procedimenti amministrativi nella gestione delle multe. Che senso ha esternalizzare tale servizio se poi si esternalizza anche il Personale che continua ad essere pagato dal Comune?
É evidente che in questo modo il costo per il cittadino della gestione di un'ammenda non è quello dichiarato perché ad esso si aggiunge anche quello dei vigili impegnati impropriamente al servizio dell'USI, la sigla attuale dell'ex CMM. Non sarebbe forse meglio riportarne alcuni all'esterno, per rendere l'area dell'ospedale finalmente libera dai ripetuti, insistenti piccoli taglieggiamenti quotidiani? Oltretutto capita in molti casi, spesso i più sfortunati, di doversi recare in ospedale più volte al giorno e per settimane di seguito ed è spiacevole, soprattutto per una donna, talvolta in stato interessante, di dover preferire il pagamento ripetuto di quell'obolo, piuttosto che dover sottostare a situazioni di incertezza, soprattutto di sera. Una città si trasforma, in peggio, ed il suo livello di civiltà degrada quando tali situazioni diventano normali. Dipende da tutti noi non accettarle e chiedere un minimo di impegno da parte degli amministratori perché non c'è cosa peggiore che abituarsi a tutto. Forse coloro che dovrebbero prendere provvedimenti hanno i parcheggi riservati all'interno dell'ospedale e non si rendono conto del disagio della gente comune.

alessia.melasecche@libero.it
www.lapagina.inf
Domenica 29 Maggio 2011

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia