Nuovi scenari per la Polymer

Per il polo chimico della Polymer è arrivato il giorno importante, storico, forse della svolta, si sono avviate sulla strada giusta le difficili vertenze Meraklon e Basell. Ma andiamo con ordine. Euforia, volti distesi e sorridenti, ieri mattina, in piazzale Donegani, davanti ai cancelli del polo chimico della Polymer.
Il giudice, Paola Velia, ha respinto le richieste di concordato, e ha nominato commissario giudiziale in maniera definitiva l'avvocato Daniele Discepolo, che dovrà presentare entro un mese una relazione per verificare se ci sono i presupposti per l'amministrazione straordinaria e per ripartire definitivamente.É il primo passo per riprendere a produrre fiocco e filo alla Meraklon, che secondo l'avvocato milanese potrebbe accadere già dalla prossima settimana. Amen. E la vittoria del buon senso, che premia la tenacia dei lavoratori che hanno incrociato le braccia per settimane, ed hanno rischiato di essere messi alla porta, con la procedura avviata dall'azienda. Sorride, e non può essere diversamente dopo tanti patimenti, Aureli, il giovane rappresentante della Rsu.
"Siamo soddisfatti della sentenza emessa dal giudice, che ringraziamo, perché ci consente la ripresa del lavoro.”
Il futuro non è più nero per i 229 Meraklon. "Speriamo che l'amministrazione controllata di Meraklon sia propedeutica per la buona riuscita della trattativa tra Basell e newco della Novamont ". L'avvocato Discepolo ha svolto un buon lavoro come commissario giudiziale. "Fino ad adesso è positivo, non era scontato l'esito della sentenza. Il giudice è venuto incontro alle difficoltà economiche deilavoratori, che sono stati in lotta per una cinquantina di giorni di sciopero continuativi "Per Fabrizio Fabbrizi, della Rsu della Meraklon Yarn, "la sentenza è importante, da modo di ripartire, di sperare ". La messa in marcia degli impianti sarà graduale. "Dovrebbe essere riaperta subito una linea Mkl e Mk" del fiocco". É stata una sentenza equilibrata. "Quanto è stata presentata la richiesta degli avvocati di Fiorletta di essere nominato curatore fallimentare ci siamo rimasti male, ci sembrava una forzatura, invece è andata bene."Daniele Discepolo, il traghettatore, è stato riconfermato dal giudice Paola Vella. "L'avvocato Discepolo è una persona affidabile, in questo periodo si è comportato bene, ha cercato di salvaguardare l'azienda e i posti di lavoro."
Soddisfazione per la sentenza che consente la graduale ripresa dell' attività produttiva è stata espressa dal sindaco Leopoldo Di Girolamo. Nel pomeriggio, la notizia che ha fatto fare un salto di gioia ai sindacalisti. La newco di Novamont, dopo la proposta tecnica di qualche settimana fa, ha fatto pervenire alla multinazionale americana-olandese anche quella economica, forse in seguito alla sentenza del giudice Paola Vella. Sergio Cardinali, segretario dei chimici della Cgil tira un sospiro di sollievo.
"Finalmente con l'ufficializzazione di questo atto, spetta alla Basell rispondere positivamente alla proposta."
Nella mattinata il sindacato aveva incontrato rappresentanti della Basell, nella sede della Confindustria nella zona Fiori per l'espletamento dell'esame congiunto relativo alla procedura di mobilità avviata dalla multinazionale.La società rappresentata da Gaudenzi e Pate, dell'ufficio del personale, assistiti da Ferranti e Di Beradino di Confindustria, aveva ribadito la necessità di ricorrere ai licenziamenti collettivi per circa 100 lavoratori.Il sindacato aveva invitato Basell a considerare l'ipotesi di adire ad altri ammortizzatori sociali che differiscono dalla mobilità. Le parti, per guadagnare tempo, in vista della conclusione della trattativa in corso tra Basell e newco, aveva deciso, su proposta sindacale, di incontrarsi nuovamente martedì 14 giugno. La proposta economica di newco apre nuovi scenari, nuovi orizzonti per il futuro del polo chimico della Polymer. []
Corriere dell’Umbria
Venerdì 20 Maggio 2011

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia