Il Degrado di Largo Manni

Uno spazio del centro storico dequalificato. Carenza di igiene e parcheggio selvaggio hanno cambiato aspetto a largo Manni. Questa la denuncia di un residente, Francesco Di Felice, che ha deciso di mettere nero su bianco il suo disagio. Tutto comincia con l'apertura del mercato in piazza, lo scorso II luglio. Come era prevedibile, da allora la quantità dei rifiuti riversati nei cassonetti di largo Manni è aumentata considerevolmente, ma il loro smaltimento non è stata adeguato alle nuove esigenze.
"I cassonetti restano spesso pieni, non è né igienico né decoroso, siamo in pieno centro. - racconta Di Felice - é stato anche installato un enorme cassonetto centrale per la carta, veramente inguardabile"
, aggiunge. Anche da un punto di vista logistico la situazione è andata peggiorando, a causa della realizzazione di un parcheggio che, nei piani del Comune, sarebbe dovuto rimanere riservato agli operatori del mercato, ma è di fatto accessibile e sfruttato da chiunque. Le sbarre mobili, montate all'ingresso, non sono ancora in funzione.
"É perfettamente comprensibile che i cittadini utilizzino questo spazio, dal momento che l'accesso è libero. Lo farei anche io. Soltanto che così diventa un caos. commenta, raccontando a riprova del problema quanto accaduto qualche sera prima - Ho dovuto chiamare i vigili del fuoco perché si era rotta la serratura della mia porta di casa. Ci è voluto molto più tempo del previsto perché non riuscivano a posizionare la scala fuori dal palazzo: lo spiazzo era pieno di macchine. Sono stati proprio loro a farmi notare che un intervento di emergenza non sarebbe stato possibile in tali condizioni."
Da agosto ad oggi sono state diverse le lettere inviate a sindaco, assessori e Asm. In particolare, è stato chiesto alla Asm di provvedere a uno svuotamento più frequente dei cassonetti e alla rimozione di quello centrale. All' amministrazione, di regolarizzare la gestione del parcheggio mettendo in funzione le sbarre mobili.
"Purtroppo non ho avuto alcuna risposta - commenta De Felice se non da parte dell'assessore al Commercio Fabbri, che mi ha ricevuto, anche se la questione non è di sua competenza. A quanto pare ci sono lavori ancora da completare a largo Manni, ma non si capisce quanto tempo servirà. É abbastanza spiacevole per un cittadino, comunque, non avere riscontri quando si fanno notare alcuni problemi: non si tratta tanto del disagio di un singolo residente, quanto della necessità di riqualificare uno spazio urbano."
Corriere dell'Umbria Martedì 22 Novembre 2011

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia