Il Comune cerca sponsor pubblici e privati per rifare una piazza, in questo caso piazza dell'Olmo che dopo l'intervento si chiamerà "la piazza dei fuochi e delle stelle."
La giunta comunale ha approvato ieri mattina lo schema di bando presentato dall'assessore ai lavori pubblici Silvano Ricci. É di 370mila euro il costo dell'intervento, di cui 74mila curo messi a disposizione dal Comune e 296mila euro dagli sponsor. Il bando verrà pubblicato nei prossimi giorni e dovrebbe restare aperto almeno tre mesi.  Se l'esperimento funziona potrà essere replicato per il restyling di altre piazze o vie della città. II progetto Il progetto, ideato dall'architetto Alessio Patalocco, è quello di sostituire il manto d'asfalto con un cielo stellato rosa che evoca il culto della notte e le mitologie classiche.
"Queste luci - si legge nel progetto - ricordano la vocazione storica della piazza: luogo di produzione artigianale di giorno e luogo di svaghi popolari di notte. Le sedute colorate sono uno strumento di resistenza passiva contro il degrado: scritte, scarabocchi e usura entreranno a far parte della grande decorazione delle sedute della piazza senza compromettere l'immagine generale del luogo. Una pensilina, in acciaio e teflon serigrafato, fonoassorbente, copre le superfici destinate ai tavoli dei locali che si affacciano sulla piazza come se fosse un nastro sempre in movimento, lasciando di tanto in tanto, porzioni di cielo visibili dalle sedute della piazza a seconda del proprio punto di vista."
La pavimentazione giocherà un ruolo importante. Verrà sostituito l'attuale strato di asfalto con lastre di porfido orientate verso Carsulae con l'inserimento interposto di luci segnapasso collegate alla dorsale elettrica principale che passa per via del Leone. Le luci riprenderanno la tradizione dei focaracci che il giorno dell'Ascensione si accendevano proprio nel centro della piazza. L'aiuola centrale verrà sfalsata e allargata per evitare la sosta delle auto e illuminata per ricordare i focaracci. La sosta sarà impedita fisicamente, ma l'attraversamento sarà consentito per poter raggiungere abitazioni e garage in loco.
La novità è però rappresentata dalla sponsorizzazione. Il Comune cerca sponsor per ottenere consistenti risparmi di spesa. La cifra complessiva che si cerca di ottenere dalle sponsorizzazioni è 296mila curo, attraverso uno (ma sarà difficile) o più sponsor che in ogni caso non potranno associarsi tra loro. Il tornaconto che il Comune offrirà agli sponsor varierà in relazione alla cifra impiegata. Si va da un massimo, "Palladium sponsor". Lo sponsor propone una quota superiore a 30mila curo più iva per la partecipazione al progetto. Il controvalore verrà concordato in questo caso in base all'entità della sponsorizzazione nell'ambito della trattativa privata. A una sponsorizzazione minima, Steel sponsor, 99 euro più iva. In questo caso lo sponsor avrà il suo nome all'interno di una pubblicazione dedicata appunto alla vecchia e nuova piazza dell'Olmo, sarà presente in una mostra fotografica, nel sito internet del comune e avrà un attestato di riconoscimento. Gli sponsor intermedi avranno, a seconda dell'entità del contributo, oltre a quanto detto targhe personalizzate sulla piazza garantite per vent'anni, inserti sulla pavimentazione anche questi garantiti per vent'anni, presenze nei cartelloni stradali, un attestato di riconoscimento con concessione di utilizzo del marchio.La commissione i soggetti ai quali è rivolto l'avviso sono enti pubblici o privati, imprese e altri. La ricerca di sponsor non è limitata ai residenti e alle attività commerciali che gravitano sulla piazza ma a tutta la città. Le offerte di sponsorizzazione pervenute saranno valutate da apposita commissione interna all'ente. Sarà la commissione ad accettare o no gli sponsor. Il Comune si riserva di rifiutare qualsiasi sponsorizzazione non ritenuta coerente con le finalità dell'iniziativa. La scommessa è lanciata, adesso si vedrà se Terni nelle sue articolazioni risponderà al bando. I contratti definitivi con i singoli sponsor saranno stipulati solo a condizione del raggiungimento totale della cifra che garantisca l'espletamento dei suddetti lavori.
Corriere dell'Umbria Mercoledì 16 Novembre 2011

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia