Terni verso Roma nel piano strategico del Sindaco

E’ passato un po’ di tempo, ma nel leggere il nuovo “Piano Strategico della città” cogliamo finalmente un pronunciamento del sindaco di Terni sulla necessità, per il futuro nostro e dei ternani a venire, di un’apertura della nostra città all’area metropolitana romana, includendo in essa – come logica impone – le realtà di Rieti e Viterbo. Meglio tardi che mai!
All’indomani della sconvolgente notizia della soppressione della Provincia di Terni ci interrogammo spontaneamente attraverso il web sugli errori commessi dalla politica locale a danno del nostro territorio ma soprattutto su nuove possibili idee e soluzioni, arrivando a individuare l’apertura verso il territorio limitrofo di Roma come seria possibilità di futuro sviluppo.
Il dibattito ci coinvolse appassionatamente per settimane, con la necessità di passare dal virtuale al reale, decidemmo di organizzare un convegno dove poter delineare una pubblica e ufficiale sollecitazione alla comunità e alle istituzioni locali.
Il riuscitissimo convegno “Terni Verso Roma”, con il coinvolgimento di singoli cittadini così come d’importanti associazioni di categoria e dell’ente camerale fugò definitivamente la critica posizione di chi sosteneva l’estemporaneità, l’isolamento e la stravaganza della nostra proposta. Quel convegno al Gazzoli si concluse con la stesura e la condivisione di un “Manifesto culturale” immediatamente inoltrato al sindaco Di Girolamo e a tutti i consiglieri comunali e provinciali. Qualcuno apprezzò, come si dice “a microfoni spenti”, ma nessuno prese una posizione ufficiale, probabilmente proprio a causa della trasversalità della nostra azione.
I fatti politico-amministrativi che hanno poi sconvolto la nostra comunità, dai problemi legati all’Università, a quelli della Sanità e più in generale ai sempre difficili rapporti con la regione dell’Umbria, hanno sicuramente rafforzato la bontà e validità della nostra proposta. Si aggiunsero così le parole di tanti in particolare del Vescovo e dell’allora presidente della Comunità di S.Egidio, Riccardi, oggi Ministro del Governo Monti.
Oggi il Sindaco che finalmente esprime in un documento ufficiale (il piano strategico) la volontà di “cominciare a ragionare in una prospettiva nuova, di dialogo con il sistema metropolitano romano, sperimentando i vantaggi del cooperare”. Tali parole, come detto, non possono che farci enorme piacere, ma dal convegno del Gazzoli venne fuori con chiarezza e con forza che le dichiarazioni d’intenti, pur importanti, non sarebbero bastate più.
Era nostra intenzione dare seguito a quell’importante momento di confronto impegnandoci nell’organizzare un nuovo convegno … e per questo già ci siamo mossi e stiamo affinando il programma, i coinvolgimenti e le partecipazioni.
Invitiamo a questo punto il Sindaco a darci una mano concreta, incominciando con il sottoscrivere il manifesto che uscì dall’incontro del Gazzoli e a portare quei temi all’interno del suo partito di maggioranza che governa la città. Siamo certi che troverà anche appoggi inaspettati.
Proponiamo di organizzare insieme all’amministrazione comunale un convegno con la presenza del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, con cui siamo già in contatto e con tutti i possibili soggetti interessati e utili (gli altri sindaci di Viterbo, Rieti)
Sarà il primo passo per concretizzare anche le sue parole.

Il gruppo facebook “verso Roma”

http://www.facebook.com/event.php?eid=122735987826224#!/groups/150948368319903/

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia