I giovani architetti mettono a segno un nuovo punto a loro favore. Grazie alla partnership con Valoremedia, società operante nel circuito della pubblicità (cartellonistica), e il contributo della Fondazione Carit, l'associazione ternana è riuscita nell'arduo compito di portare a termine l'organizzazione e la gestione di un nuovo bando di concorso di respiro nazionale.

Dopo i successi raccolti con il progetto in collaborazione con la Cifro srl e il festival dell'architettura, ieri mattina si è tenuta la premiazione del bando di concorso "Un Muro multimediale" pensato per individuare il concept che potrebbe sostituire il "vecchio" muro di via Don Bosco in fase di rifacimento. Al concorso, fortemente voluto dagli organizzatori che ora spingono per l'approvazione del progetto da parte del Comune, hanno aderito ben 30 studi di architetti provenienti da tutta Italia, (20 per cento solo dalla Conca) che si sono cimentati nel difficile compito di realizzare un progetto che fosse in parte architettonico ma, anche figurativo e di design.

Primi classificati, gli architetti Giorgio Flamini Massimiliano Fabiani e Riccardo Rosati di Spoleto, autori di un progetto che integra armoniosamente tecnologia (nel progetto sono previsti schermi digitali per la pubblicità), edilizia territoriale (la copertura del muro è in acciaio corteo e inox) e tradizione (si prevede la realizzazione di una decorazione in acciaio forato contenente una citazione di Don Bosco). Un mix vincente che gli è fruttato l'apprezzamento di tutta la giuria del concorso costituita dagli architetti Alessandro Fancelli (gatr - giovani architetti di Terni)e Pierfrancesco Duranti (ordine degli architetti della provincia di Terni), dal dottor Roberto Rutili (Valoremedia srl), Don Carlo Zucchetti (oratorio Don Bosco di Terni) e da Gianfelice Scafuli dell'impresa Ecobonifiche srl incaricata di realizzare il nuovo muro. Al secondo posto si è invece classificato il progetto Littol dell'architetto Riccardo Martini di Firenze distintosi "per la semplicità, formale e la notevole facilità realizzativi."

Al terzo posto pari merito si sono classificati gli architetti Rodolfo Bellini e Chiara Carini di Alviano e Leonardo Tonel di Terni ("premio assegnato per la semplicità e l'eleganza formale dell'intervento").

Corriere dell'Umbria Mercoledì 11 Luglio 2012

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia