Si è conclusa da pochi giorni la settimana dell'Anno europeo dell'invecchiamento attivo e della solidarietà tra le diverse generazioni. L'attività, impostata nell'ambito delle manifestazioni di Fareuropa per la Festa dell' Unione Europea del 9 maggio, è come noto terminata con la Giornata mondiale delle persone anziane del primo ottobre indetta da tempo dalle Nazioni Unite, e con la più nota Festa dei nonni del due ottobre. Collegandosi a tali iniziative, il gruppo Aede (Association Européenne Des Einsegnants) di Stroncone ha per l'occasione lanciato un progetto di livello europeo che ha come localizzazione Stroncone nominato prima come "Luogo d'Europa", poi come "cuore antico dell'Europa" nelle varie edizioni di Fareuropa dall'Aede fin dal 1997. Il progetto, dal titolo
"L'invecchiamento, da periodo terminale della vita, con utilità marginale per la società, a periodo di massima produttività qualitativa e culturale (surplus produttivo)"

, rappresenta l'elaborazione di una proposta innovativa per affrontare le tematiche dell'invecchiamento attivo e le dottrine a sostegno dell’invecchiamento stesso. Il lavoro si è svolto in tre distinte fasi: la prima, con il tema specifico "L'invecchiamento attivo oggi", attuata con il convegno del 12 maggio 2012, la seconda con il tema specifico "La geragogia in divenire per la definizione di una nuova strategia di comportamento nei riguardi della vecchiaia", attuata con il convegno del 29 settembre 2012 e una fase intermedia di studio e di ricerca per la definizione di discipline proattive, precursori essenziali dell'anzianità attiva.

Diverse le questioni poste all'attenzione: dalla determinazione dello status e del ruolo degli anziani contrastante la cultura del declino alla costituzione di un'idealità alla base del proprio fare, fino alla ricerca di una nuova strategia di comportamento nei riguardi della vecchiaia. Il presidente Europeo dell'Aede, Silvano Marseglia, ha accolto l'invito all' Aede europea di farsi promotrice della riproposizione periodica del progetto e di farsi carico dell'ampliamento della "Carta dell'Educazione, dell'Insegnamento e della Formazione" per affermare la pertinenza educativa della geragogia in un'ottica interdisciplinare; e il ministro Carlos Cherniak, in merito all'invito alla Repubblica argentina (che ha dato un forte impulso all'attività delle Nazioni Unite sul tema dell'invecchiamento) ad essere partecipe di questo nuovo inizio, ha assicurato che trasmetterà la richiesta di progetto al suo governo.

Corriere dell'Umbria Lunedì 15 Ottobre 2012

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia