Villa Palma in vendita

Questa volta non è un pesce d'aprile. Villa Palma, il suo parco e soprattutto il connesso piano attuativo approvato dal consiglio comunale nel 2008 sono in vendita. E ci sarebbero già trattative concrete per l'acquisto. Anche se ci sono indiscrezioni senza conferme per i nomi dei potenziali acquirenti. La Spoleto credito e servizi gestioni immobiliari che è proprietaria dall'ormai lontano 2007 dell'intero complesso ha messo lo stesso sul mercato e starebbe già trattando con un acquirente per la vendita in blocco del tutto.

Quello che interessa non è tanto la villa cinquecentesca degli Spada, anzi un onere per i potenziali acquirenti, ma la lottizzazione approvata per 40mila metri cubi. Il piano attuativo approvato prevede infatti la realizzazione di un'area residenziale di 20mila quadrati, di un centro sportivo con annesso palazzetto dello sport da un migliaio di posti più gli interventi per la viabilità e le opere di urbanizzazione. Fonti della Scs gestioni immobiliari dicono che ci sono soggetti interessati all'acquisto del complesso.

É chiaro che a questo punto l'operazione sarebbe tutta immobiliare con un quasi certo tramonto del progetto di fare di Villa Palma un centro di ricerca internazionale sul cancro con annessa clinica privata per le cure sul modello dell'Istituto europeo di Veronesi. Villa Palma era stata acquistata nel 2007 da Spoleto credito e servizi gestioni immobiliari proprio per farne la sede della Human Healt Foundation dello scienziato Antonio Giordano con finalità di farne un centro di ricerca sul cancro.

Centro che ha già aperto i suoi laboratori a Maratta. Su questo punto Spoleto credito e servizi gestioni immobiliari, o meglio i nuovi vertici, non si pronuncia e dice laconicamente che prima di investire risorse nella fondazione diretta da Giordano vuole verificare i risultati di ricerca conseguiti dai laboratori. Resta incerto il futuro della villa cinquecentesca, il cui degrado è aumentato in questi anni grazie anche ad episodi di saccheggio.

I nuovi vertici della Spoleto credito e servizi gestioni immobiliari assicurano che il restauro della villa fa parte della trattativa. E ci si può credere dato che il piano attuativo e gli accordi con il Comune prevedono che la lottizzazione vera e propria, 40milametri cubi per un investimento di circa 20 milioni di euro, non potrà partire prima del restauro della villa. Un progetto approvato dalla Soprintendenza il cui costo si aggira sui 3,5 milioni di euro. Ma intanto la villa sta letteralmente cadendo a pezzi e il futuro dell'antica magione di campagna degli Spada è ancora tutto da decifrare e più che mai incerto.

Corriere dell'Umbria Sabato 3 Novembre 2012

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia