Potrebbe essere a una svolta la partita Villa Palma legata a filo triplo alla lottizzazione commerciale di Maratta. Ad accendere i riflettori una nota ufficiale di Palazzo Spada arrivata a metà pomeriggio:
"Nel pomeriggio di oggi (ieri ndr) il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo ha incontrato a palazzo Spada il signor Gaetano Malavolta, presidente del gruppo "Malavolta Holding Company", che opera nel settore delle costruzioni e che è in contatto con la società Spoleto Credito e Servizi al fine di intervenire nella nostra città attraverso importanti iniziative imprenditoriali."

É dunque il gruppo Malavolta, un colosso nell'edilizia tra opere civili e infrastrutturali, con sede nelle Marche ma che opera in tutto il centro Italia, Marche, Abruzzo e Romagna, il soggetto interessato a riprendere in mano la mega lottizzazione di Villa Palma dopo l'uscita di scena della 3c costruzioni liquidata lo scorso autunno alla fine di un lungo contenzioso giudiziario.
In ballo c'è l'affare del decennio: una lottizzazione di 40milametri cubi a Villa Palma, con la realizzazione di un'area residenziale di 20mila metri quadrati, di un centro sportivo con palazzetto dello sport più gli interventi per la viabilità e urbanizzazione.

Chi compra dovrà però restaurare Villa Palma e il parco, sta nel piano approvato. Il tutto è della Spoleto crediti e servizi attraverso una sua controllata, la Spoleto credito e servizi gestioni immobiliari che a sua volta controlla Progresso Holding proprietaria del complesso Villa Palma e autorizzazioni che a sua volta controlla Edilstart.
Quest'ultima possiede tre lotti commerciali ed artigianali a Maratta dove dovranno sorgere Decathlon, Pittarello e una terza attività. Scs ha voluto unificare le due operazioni proprio per rendere appetibile il tutto e per ammorbidire l'impatto del restauro non speculativo di Villa Palma. Ricco l'affaire Maratta: un centro direzionale-commerciale di 30mila metri quadrati dove sorgerà come polo attrattivo il punto vendita della multinazionale dello sport Decathlon. Scs vuole vendere il tutto in blocco, si parla di 8,9 milioni di euro. La trattativa col gruppo Malavolta sarebbe in dirittura. Quest'ultimo poi costruirebbe il tutto.

Corriere dell'Umbria Sabato 12 Gennaio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia