Grave la situazione delle liste d'attesa

Una scintigrafia richiesta ad agosto e fatta a metà gennaio. Una colonscopia urgente richiesta in questi giorni e il primo appuntamento disponibile per dicembre 2014. Le date che si accavallano con esami per i quali occorre aspettare mesi e mesi. Una raffica di richieste di aiuto che arriva alle associazioni che tutelano gli interessi dei cittadini-pazienti-utenti. Insomma, il calvario delle liste d'attesa è tutt'altro che risolto. All'Azienda sanitaria locale come in ospedale il problema delle code per gli accertamenti diagnostici (anche quelli meno `impegnativi') è a dir poco drammatico.

E a farne le spese sono, manco a dirlo, i cittadini che, di fronte alle urgenze vere, sono costretti ad andare a pagamento. Ammesso che possano permetterselo. L'ultimo caso lo porta alla ribalta il consigliere Sergio Bruschini, capogruppo del Pdl in Consiglio comunale a Narni. “Uno scandalo le liste di attesa a cui sono sottoposti i cittadini - sottolinea il consigliere - per poter fare accertamenti diagnostici presso le strutture sanitarie pubbliche. In modo particolare focalizzo l'attenzione su un caso. Un cittadino che deve eseguire un esame per accertare il non evolversi di una malattia grave o il suo ripresentarsi, allo sportello delle prenotazioni si vede dare appuntamento a dicembre 2014. Dapprima pensa di aver capito male, poi di aver frainteso l'anno: ma è proprio così, quella colonscopia potrà farla a dicembre 2014. Non si può parlare più di un servizio reso conclude il capogruppo Bruschini -, ma piuttosto di un servizio negato”.

La Nazione Lunedì 21 Gennaio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia