Cioccolentino “esonda” dolcezza

Dieci ore di dolcezza no stop. Dall'inaugurazione mattutina fino alla chiusura serale degli stand, Cioccolentino ha invaso le strade del centro e cambiato volto alla città. Con gusto.
Il gusto del cioccolato, soprattutto.
Hanno dato il via ufficiale alla kermesse di Cioccolentino insieme al direttore della manifestazione Andrea Barbarossa, il vicesindaco Libero Paci, l'assessore Fabrini, il presidente di Unioncamere Giorgio Mencaroni e della Camera di Commercio Enrico Cipiccia, che hanno simbolicamente aperto lo stand di "Cioccolati d'Italia" nato dalla collaborazione delle Camere di Commercio di Terni, Perugia, L'Aquila, Torino e Cuneo. Questo è un anno particolare, che celebra il centenario della pasticceria ternana e il decennale di Cioccolentino.
"Questo binomio ha fatto l'evento - ha detto Barbarossa - e stiamo lavorando da mesi per far in modo che si concretizzi in grande. L'anno scorso abbiamo contato 60mila presenze, quest'anno speriamo di raggiungere le 100 mila."
Da piazza Europa a Corso Tacito, incoraggiati dal sole che ha reso più tiepida l'aria, tantissime persone hanno riempito il centro incuriosite dalla quantità e varietà degli stand. Molto spazio è stato lasciato alla creatività, l'ingrediente in più dei pasticceri e dei cioccolatai, ma anche dei commercianti che hanno decorato tutte le vetrine in onore del patrono. Sin dalle prime ore i ragazzi dell'istituto alberghiero Casagrande erano al lavoro a piazza della Repubblica per completare la decorazione dell'enorme torta di 200 chili dedicata al decennale di Cioccolentino.
É iniziata poi la Chocolate Exhibition, con i maestri Favorito, Tavanti e Carletti, che si sono messi a disposizione del pubblico per insegnare l'arte della pasticceria e del cioccolato artigianale. Torte di straordinaria bellezza sono state esposte nello stand che racconta la storia della pasticceria ternana dalle prime creazioni di Spartaco Pazzaglia nel 1913 sino al moderno cake-design. Gli allievi dell'Università dei Sapori e del Centro di formazione professionale di Narni hanno offerto l'aperitivo preprandiale per poi dedicarsi alle dimostrazioni a tema sul cioccolato. Hanno avuto successo sia lo stand di "Choco sensorial" per le degustazioni al buio, sia gli itinerari sul bus di Dolcemente in tour', che ha toccato i luoghi più significativi della città. Anche i più piccoli sono stati coinvolti, con le magie del Chocomago e i corsi di pasticceria nell'angolo dei Pasticcioni'.
"Terni deve diventare la città di San Valentino 365 giorni l'anno ha detto Paci - spalmando gli eventi e le manifestazioni lungo tutto il calendario."
Corriere dell'Umbria Domenica 10 Febbraio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia