La Nuova Rete di Monitoraggio dell'Aria

L'Arpa risponde a Rifondazione ed ambientalisti sulla rete di monito raggio dell'aria. A seguito dell'adeguamento della Rete regionale di monitoraggio della Qualità dell'Aria deliberato dalla Regione Umbria con Dgr n.488 del 16/05/2011, alcune stazioni presenti nel territorio della provincia di Terni sono state cedute dalla Provincia alla Regione che, successivamente, ha provveduto ad affidarle ad Arpa, che ne cura gestione, manutenzione, validazione e pubblicazione dei dati.
Delle 13 centraline di proprietà della Provincia in funzione fino al 2012, 6 sono entrate a far parte della rete regionale (Borgo Rivo, Carrara, le Grazie, Narni Scalo, Amelia e Orvieto).

Per assolvere a questo nuovo compito, Arpa ha predisposto un progetto per l'adeguamento strumentale di tutte le centraline facenti parte della rete regionale per un importo di 1.200.000€ di cui circa 800.000€ riguardanti le 6 centraline collocate sul territorio della provincia di Terni.

ll progetto, finanziato dalla Regione sui fondi strutturali europei. è già stato completato per quanto riguarda le 4 centratine collocate sul Comune di Terni e Narni e in fase di ultimazione per quanto riguarda il Comune di Orvieto e Amelia.
Le restanti centraline per il monitoraggio della qualità dell' aria ancora di proprietà della Provincia (Prisciano, Maratta, Polymer, S. Girolamo, Feronia, San Liberato, Montoro), andranno a costituire una rete di monito~ industriale. La rete industriale non avrà funzione di "monitoraggio della qualità dell'aria, ma avrà il compito di tenere sotto, controllo le emissioni delle Aziende maggiormente impattanti soggette ad Aia

Corriere dell'Umbria Giovedì 28 Marzo 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia