Questa settimana vi portiamo in Valnerina, alla scoperta di Ferentillo e dei suoi tesori. É un itinerario di carattere naturalistico, culturale e gastronomico ad altissimo impatto turistico e assolutamente non perdere. Che spazia dalle Mummie del Museo alle pareti per il Free Climbing. Un borgo medievale di spettacolare bellezza, nel cuore della Valnerina, e al suo interno un Museo unico al mondo, avvolto dalla leggenda e dal mistero.

É un itinerario davvero imperdibile quello che approda a Ferentillo, comune di duemila abitanti, immerso in una gola sovrastata da due rocche. Il fiume Nera lo divide in due località, Mattarella e Precetto e proprio qui, sotto la chiesa di Santo Stefano, in una cripta lunga ventiquattro metri e alta due, si svela un tesoro senza precedenti e paragoni: è il “Museo delle Mummie” nel quale sono esposti alcuni corpi perfettamente mummificati che, in una visione irreale e sconvolgente, conservano le caratteristiche dei vivi e cioè i lineamenti del viso, le orecchie, i capelli, i denti e lo strato cutaneo, perfino i vestiti e in alcuni casi anche il motivo che ne ha provocato la morte.

Il Fenomeno venne scoperto quando, nel rispetto dell'Editto di Saint Claude del 1804, vennero riesumate le salme sepolte all'interno delle chiesa. Da allora il caso è stato studiato a lungo senza che si sia raggiunta una tesi veramente sicura. Gli scienziati parlano di una mistura di componenti chimiche e microrganismi presenti nel terreno che insieme alla particolare areazione dei locali, alle condizioni di temperatura e umidità del luogo, hanno impedito la putrefazione e innescato una sorta di mummificazione naturale.
L'unico enigma irrisolto è la provenienza del terreno, portato nella cripta come riempimento e ancora oggi analizzato e studiato da geologi e ricercatori.

Fatto sa che il Museo è una tappa turistica di fondamentale importanza, visitabile anche con tour guidati che illustrano le storie e la vita di quei corpi. Già, perché intorno alle mummie sono fiorite storie e leggende che riguardano il Campanaro, l'Avvocato, la Donna morta di parto con bambino, gli sposi Cinesi, il Gobbo Severino e l'Impiccato. Facile intuire in motivi dell'interesse, della curiosità e dell'ammirazione che circonda questo luogo ai confini della realtà.

Ma Ferentillo è celebre anche tra gli appassionati di Free Climbing grazie alle pareti per l'arrampicatura libera che rendono la sua palestra scuola una delle più attrezzate e più importanti d'Europa. Hanno la peculiarità di offrire sei tipi di calcare diversi e quindi sei percorsi e ogni sportivo può scegliere il tipo e il grado di difficoltà che preferisce.

La Nazione Venerdì 10 Maggio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia