Questa sera alle 21.30 con i Quintassenza Havanera e giovedì 6 giugno con la band "Marta, sui tubi".

Sono due degli appuntamenti maggiori della stagione estiva all'Anfiteatro Fausto che per la prima volta, quest'anno, vede coinvolte gran parte delle realtà associative Ternane.
Il primo progetto di cooperazione prende il nome di Drops D'Arte, nuova rete di operatori culturali attivi sul territorio temano. Ad inaugurare la stagione, come detto, i Quintaessenza Havanera, che presenteranno il loro album d'esordio "Limonada, y Raspadura" (ingresso libero). Fabrizio Zampetti che rappresenta l'anima del progetto di collaborazione da sedici anni si occupa dell'organizzazione e la promozione delle iniziative estive all'Anfiteatro e, per la prima volta lo scorso anno, ha sperimentato una nuova idea: sfruttare l'ampio spazio del foyer dell'anfiteatro, lo spazio antistante alla porta di ingresso, per allestire un palco coperto e un ristorante-pub.

L'esperimento ha, dato esiti positivi e soltanto nella scorsa estate, qualcosa come duecento musicisti, hanno calcato quel palco. Con tenacia Zampetti dallo scorso gennaio ha cominciato a lavorare attorno ad un progetto più ampio che vedesse riunificate in un unico progetto più realtà associative-culturali impegnate nei più disparati ambiti: dalle scuole di musica, alle scuole di danza, ai gruppi teatrali e naturalmente a quelli musicali.
Ne è nata, perla prima volta dopo tanti anni a Temi e dopo che in città si era quasi del tutto sfilacciato il tessuto culturale della città, una realtà che, complici i venti di crisi e la carenza di risorse, ha riunificato le forze di 24 tra associazioni e gruppi.

É nata così una, stagione dalla doppia anima, quella canonica, finanziata anche attraverso risorse comunali che si svolgerà nell'ambito dell'anfiteatro e una stagione parallela e molto articolata che si estenderà sino al prossimo 28 agosto nel foyer dell'anfiteatro.

Con risorse minime, soli 13.600 euro per un totale complessivo di 47 serate. Coideatori, insieme a Zampetti, Massimo Mancini dell'associazione Indisciplinarte e Fabrizio Fabi che lo scorso anno ha organizzato e sancito il successo di Terni On, la notte bianca della città dell'acciaio.

Fabi è d'accordo con Zampetti che, in tempi di crisi, la sola soluzione possibile per uscire dall'impasse di una stagione estiva sottotono, fosse un'estesa collaborazione, una sinergia tra soggetti diversi che "avrà un futuro". Proprio a proposito della prossima Terni On che si spalmerà su tre giorni, i prossimi 20-21-22 settembre, il progetto Drops D'arte troverà una propria continuità. Anche Silvia Alunni, promoter di Visioninmusica plaude l'iniziativa:

"In un momento difficile per la nostra città - sottolinea - era importante provare ad unire le forze. Per ora abbiamo unito soggetti. Vedremo ora quel che accadrà."
Corriere dell'Umbria Giovedì 23 Maggio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia