Pane Novelli eccellenza garantita

In attesa che il cda del gruppo Novelli, presieduto dal professor Musaio, renda noto il piano industriale, i sindacalisti di Fai-Cisl, FlaiCgil e Uila-Uil si sono incontrati a Roma con il management per discutere di alcune situazioni che potrebbero verificarsi nel medio periodo. Nel caso in cui dovessero sorgere difficoltà, a causa della contrazione delle commesse, saranno messe in campo iniziative a difesa occupazionale, ricorrendo agli ammortizzatori sociali, tipo cassa integrazione e contratti di solidarietà. Chi rischia di più è il settore agricolo ma anche l'amministrazione di vocabolo Sabbione a Terni, e i siti di Roma e Latina, potrebbero entrare nel vortice dei provvedimenti. Intanto buone notizie sul fronte del pane.

Nonostante il difficile momento attraversato, pane e uova rimangono eccellenze dell'agroalimentare italiano, tanto che al pane di Terni "Cotto a legna" Interpan è stato assegnato il "Premio Roma” per il miglior prodotto da forno tradizionale. Il concorso, promosso dalla camera di Commercio di Roma e realizzato dall'Azienda Romana Mercati, è divenuto un punto di riferimento non solo per le aziende del territorio romano e laziale, ma anche per quelle nazionali che sottopongono i propri prodotti di eccellenza alla valutazione di una giuria di dieci degustatori professionisti composta di tecnologi alimentari, ricercatori, panificatori e tecnici del laboratorio chimico-merceologico della camera di commercio di Roma sulla base di una rigorosa griglia di requisiti organolettici e sensoriali.

Interpan, azienda del Gruppo Novelli, difende la produzione del pane tradizionale, legato al territorio, cotto a legna e preparato, da sempre, senza aggiunta di sale nell'impasto seguendo un'antica ricetta fatta di soli tre semplici ingredienti: acqua, farina e lievito naturale. Fin dal 1900 produzione è da forno e ancora oggi lo fa con la stessa passione e attenzione per la qualità, coniugando le tecnologie più evolute con il saper fare di una volta. L'azienda s'impegna nel voler recuperare i metodi di lavorazione più tradizionali come la lievitazione naturale che nel pane di Terni dura oltre 40 ore e la cottura nel forno a legna. Un pane nato anticamente per necessità, legato alla tradizione culinaria umbra della quale esalta la ricchezza dei sapori. La lontananza di Terni dal mare. infatti. rendeva difficile rifornirsi dà sale. Tale tradizione nella produzione fu poi rafforzata nel 1540, quando Papa Paolo III ne fece raddoppiare il prezzo, scatenando la cosiddetta "guerra del sale".

Interpan è apprezzato in tutta Italia, accetta con orgoglio un premio che riconosce alla nostra regione la tipicità di produzione. L'azienda del gruppo Novelli partecipa, con questo prodotto, al programma "Guadagnare salute" promosso dal ministero della Salute.

Corriere dell'Umbria Martedì 28 Maggio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia