L'acqua è di importanza vitale per tutti. Lo è ancora di più per l'Umbria, che per il secondo anno consecutivo torna a investire su di essa per promuovere il territorio. Con lo slogan "T.V.B., Ti Voglio Bere", Umbria Water Festival 2013 è stato presentato ieri in conferenza stampa nella sala consiliare della Provincia e promette tre giorni densi di eventi in tutta la regione. Sulla scia del successo dello scorso anno, con almeno 30mila visitatori diffusi, la manifestazione mira a replicare e ad aumentare la partecipazione del pubblico. Il budget è ridotto di circa un terzo rispetto al 2012 (130mila euro a fronte dei 360mila della prima edizione); si è resa necessaria una riorganizzazione delle risorse, ma c'è la voglia di rafforzare il brand e di continuare a investire sul futuro della promozione dell'Umbria. Anche con i tagli alla spesa, dovuti in parte alla mancanza di fondi nel settore pubblico e in parte alla diminuzione di sponsor privati, la qualità della kermesse è stata preservata e la formula, assieme al programma, sono stati affinati. Dal 16 al 19 maggio dunque, sono previsti oltre 200 progetti per l'evento, primo in Italia, che ha come tema l'acqua. Acqua come risorsa, come fonte di energia, come ambiente e sport, come elemento naturale e culturale, per unire i territori dell'intera regione a partire dalle aree più note come la Cascata del le Marmore o il lago di Piediluco, fino ad arrivare al lago Trasimeno, ai fiumi Tevere e Nera per finire con gli affluenti più sconosciuti. 62 saranno le località coinvolte con innumerevoli iniziative e che vedranno la partecipazione atti va di numerosi soggetti pubblici e privati, locali, nazionali e internazionali.
"Il brand funziona - ha affermato Feliciano Polli, presidente della Provincia di Terni - e dobbiamo tenercelo caro, perché rappresenta un investimento sul futuro, una vetrina per l'Umbria e per i singoli territori, che possono farsi conoscere e reiterare gli eventi proposti in questi tre giorni."
Perché la vacanza a tema ambientale, come sottolineato da Roberto Bertini, assessore al Turismo della Provincia di Perugia, è molto richiesta sia dagli italiani sia dagli stranieri e può quindi
"rappresentare una delle chiavi di volta per lo sviluppo futuro."
Anche in un periodo tormentato dalla crisi, quindi, è bene
"Resistere, resistere, resistere"
, come ha detto Eugenio Guarducci di Sedicieventi, agenzia che coordina il progetto.
"Perché - ha concluso - le presenze in Umbria vanno stagionalizzate. Siamo stati la prima regione ad aver messo a sistema un festival dal tema. 'acqua’ e non molliamo: abbiamo tutte le capacità per far leva sulla valorizzazione del territorio."
Il programma è disponibile su www.umbriawaterfestival.it.
Corriere dell'Umbria Venerdì 10 Maggio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia