La bella stagione e il desiderio di verde e relax in mezzo alla natura: i Prati di Stroncone sono il luogo ideale per una passeggiata in un luogo ricco di bellezze paesaggistiche, ma anche di storia e spiritualità.
I Prati, prima di diventare il buen retiro estivo dei ternani, e naturalmente di chi vive durante l'anno nel magnifico borgo di Stroncone, sono stati per secoli e secoli il luogo di pastori, di transumanze e anche di grandi castagneti.

Di quel mondo rimangono, in località Le Casette, le antiche case rifugio dei pastori, ora in parte abbandonate ma perciò non meno suggestive. Una località che si trova nel cammino, percorribile facilmente anche a piedi, tra i Prati di sopra, un'ampia vallata ricoperta di prati e i Prati di Sotto: da qui si possono raggiungere le pendici del monte Macchialunga e attraverso crinali e cime, arrivare in un punto da cui si gode una vista mozzafiato sulla conca ternana. Mai i Prati di Stroncone sono legati anche al cammino di San Francesco, un cammino che si può ripercorrere partendo da piazza della Libertà, nel borgo di Stroncone. superando l'antico oratorio di San Rocco, che oggi è chiesa della Madonna del Colle e arrivando per un sentiero, rimasto immutato nei secoli, ai Prati. Un sentiero percorso da Francesco - dai prati si intravede lo spettacolo dei monti Sabini, Cottanello e Greccio. Un sentiero percorso dai frati itineranti nel Quattrocento, rimasto immutato nei secoli.

Ai Prati si arriva anche in automobile o in moto, attraverso una strada provinciale che evoca suggestioni anni `60. Ma niente può uguagliare l'emozione del passaggio per i sentieri, percorribili facilmente anche a piedi.

Corriere dell'Umbria Venerdì 7 Giugno 2013

Il sentiero Francescano – dal sito del Comune di Stroncone

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia