Il Comitato Mille Alberi Per Terni intende promuovere una iniziativa popolare ai sensi degli articoli 8 dello Statuto e 15 del regolamento comunale sugli istituti di partecipazione di cui alla delibera del consiglio comunale n.229 del 11.09.2007 avente ad oggetto : Adozione di un nuovo regolamento del verde pubblico e nuove norme di gestione dei parchi pubblici
Il testo integrale della Proposta di deliberazione è riportata in allegato insieme ad un fac simile del modello della raccolta firme che è già iniziata e terminerà il 20 Agosto 2013.
Questa iniziativa si è resa necessaria poiché negli ultimi mesi , si è assistito in molti quartieri e parchi della città ad un aumento impressionate di pratiche intensive di potatura con alberi capitozzati o del tutto abbattuti (senza però la corretta rimozione delle radici) oltretutto con l'aggravante di essere alberi apparentemente sani;É noto infatti che molte specie di alberi non necessitino di potature se non in casi straordinari e che, anche in queste situazioni, la potatura dovrebbe essere limitata soltanto ai rami malati o pericolosi. Altre specie possono essere invece sottoposte a potature cicliche, le quali però non devono asportare la quasi totalità della chioma dell'albero per garantirne la sopravvivenza stessa. È altresì risaputo che un albero si debba tagliare soltanto nel caso in cui non vi sia alcun modo di porre rimedio ad una situazione di malattia (per evitare che si estenda ad altre piante) o quando non si possano mettere in essere altre attività al fine di scongiurare il pericolo che la pianta possa causare danni a cose o persone. In questo caso la legge italiana (…\ref…) prevede che l'albero sia sostituito con un criterio di compensazione da un numero di piante adeguate a compensare i benefici che la pianta abbattuta, viste le dimensioni, era in grado di garantire alla comunità.
Al tempo stesso i pochi alberi esistenti in particolare nel centro storico cittadino sono molte volte lasciati nella completa incuria , come dimostrano queste foto di tre alberi completamente secchi che fanno bella mostra di se nella centralissima Via Goldoni.
Ci domandiamo come possa pensare il comune ad avviare strategie di Marketing per rivitalizzare il centro della Città di Terni se cura l'esiguo patrimonio verde in questo modo?
L'assenza di verde pubblico sommata al degrado urbano e ai rifiuti lasciati in bella mostra sono il modo peggiore per presentarsi alle persone,e considerato che la Città di Terni nel suo centro storico può contare su un unico parco fruibile ai cittadini , quello dei Giardini pubblici della Passeggiata e dell'area sottostante denominata Parco Gianfranco Ciaurro , e considerato il rapporto tra l'estensione totale di questa area, rispetto all'estensione dell'intero centro cittadino, nonché il rapporto con il numero di abitanti residenti , (mq di Verde per Abitante" e "metri quadri di verde "fruibile" per Abitante") questo rapporto risulta essere sicuramente basso assolutamente lontano dai livelli che rendono più gradevole l'ambiente ai cittadini o comunque quello che gli esperti del settore ritengono elementi di base per il benessere e la vivibilità di una città.
La dizione di "metri quadri di verde "fruibile" per Abitante" viene riportata con la parola fruibile tra virgolette dato che il verde in gestione da parte dell'amministrazione è in molti casi non direttamente accessibile alla cittadinanza,perché occupato in modo intensivo da manifestazioni politiche che in particolare nei mesi estivi ne condizionano quasi totalmente la fruibilità , al pari delle limitate e anguste aree pedonali del centro che a cadenza quasi mensile sono occupate da tensostrutture , gazebi e altre attrezzature ingombranti di infima qualità . Pertanto la fruibilità alla cittadinanza di queste aree pubbliche è sicuramente limitata dalla facilità con cui l'amministrazione le concede in uso ai privati per scopi di nessuna rilevanza sociale.
Per questi motivi e per la totale assenza di risposte da parte del Comune sulla conferma o meno dell'uso del Parco della Passeggiata per la prossima Festa del Partito Democratico , il Comitato ha deciso di avviare la raccolta firme che riteniamo di concludere molto prima del tempo previsto ( ne occorrono a norma di Statuto comunale solo 300) in modo da poter presentare un atto di indirizzo teso a bloccare qualsiasi uso indiscriminato dell'unico parco cittadino.
Il nuovo comitato si batterà affinché sia data immediata attuazione anche a Terni alla nuova Legge 10 del 2013 che prevede tra l'altro la creazione del Catasto degli Alberi Monumentali . La nuova legge prevede la creazione di spazi verdi nelle città, il contenimento del consumo di suolo, la riqualificazione degli edifici e che in ogni città venga piantato un albero per ciascun neonato ed uno per i bambini adottati. Con il "catasto" degli alberi ogni sindaco alla scadenza dell'incarico renderà pubblico il bilancio arboreo, affinché i cittadini possano verificare l'impegno verde del suo mandato. Il censimento riguarderà chiaramente anche gli alberi monumentali e storici .
Il Comitato Mille Alberi Per Terni ha in programma altre iniziative per coinvolgere l'opinione pubblica su questi temi , che verranno rese note con successivi comunicati stampa e con l'organizzazione di incontri pubblici.

millealberiperterni@gmail.com
Facebook del comitato :https://www.facebook.com/pages/MILLE-Alberi-PER-TERNI/345608618881493
il Comitato Mille Alberi Per Terni
Martedì 9 Luglio 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia